06202019Gio
Last updateMer, 19 Giu 2019 5pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Il dato. Il Sole 24 Ore incorona Fermo per presenze di turisti negli alberghi. Peccato che erano i terremotati

Fermo duomo aerea

Basta pensare che in questo 2018 tutti i parametri danno il Fermano in calo tra il 20 e il 30%, per quanto riguarda gli alberghi, come ribadito più volte dal responsabile dell’Ataf Gianluca Vecchi.

FERMO – La classifica della Qualità della Vita 2018 posiziona la provincia di Fermo al primo posto in Italia alla voce ‘Turisti, permanenza media nelle strutture ricettive’. Incredibile, hanno commentato molti. Soprattutto pensando che in questo 2018 tutti i parametri danno il Fermano in calo tra il 20 e il 30%, per quanto riguarda gli alberghi, come ribadito più volte dal responsabile dell’Ataf Gianluca Vecchi.

È pure vero che i dati che vengono caricati su Istrice, il sistema da cui poi attinge l’Istat per le sue statistiche, mette in u unico calderone strutture alberghiere, case vacanze, b&b, villaggi e campeggi. Considerando la struttura del fermano, caratterizzata dai camping, uno potrebbe anche credere nel dato riportato dal Sole 24 Ore. Solo che il quotidiano economico, nella sua indagine, ha dimenticato di fare una riflessione, che sarebbe bastato inserire nel testo di spiegazione, lasciando il numero inconfutabile. Come mai una piccola provincia supera il Salento, supera la Sardegna, supera la Calabria, supera la Toscana, terre dove normalmente il turismo vola e soprattutto ha una durata media di sette giorni? E come mai Fermo è prima, Macerata è quarta e Ascoli piceno è decima? Sono andate così forti le Marche nel 2017? No, semplicemente gli alberghi e con loro tutte le strutture ricettive, erano piene ma di terremotati.

I dati, altrimenti inspiegabili, hanno tenuto conto degli sfollati. “Andiamo bene, ma primi in Italia fa sorridere. Solo considerando il lungo periodo in cui abbiamo tutti ospitato chi è rimasto senza la propria casa, si spiega il primo posto nell’anno passato” commenta Daniele Gatti, direttore dell’Holiday, il villaggio vacanze numero uno del sud delle Marche e tra i primi per numeri e apprezzamento in Italia.

Insomma, primi ma non per merito. Caso mai per solidarietà Inizialmente il dubbio era legato al calcolo sulle poche strutture presenti rispetto agli abitanti, ma in realtà il motivo per avere tre province delle Marche, guarda caso tutte e tre terremotate, ai primi posti è solo uno: alberghi pieni sì, ma non di turisti.

Raffaele Vitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.