02172019Dom
Last updateDom, 17 Feb 2019 4pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Arbesser porta i colori nel mondo di Fay: 'Riparto dal giaccone 4 ganci pensando a Emma Watson'

fay arthur arbesser

Sette anni di collaborazione con Armani, una grande passione per il teatro, “presto disegnerò i costumi di un’opera”, e oggi la sua collezione per Della Valle.

SANT’ELPIDIO A MARE – Un direttore creativo non ancora 40enne, idee innovative e tanta voglia di riprendere una fetta di mercato importante. soprattutto in Italia: è la nuova vita del marchio Fay, la linea di vestiti del gruppo Tod’s guidato da Diego Della Valle. “Ho rivisitato l'archivio di Fay e penso che sia un marchio di prodotti identificabili, iconici, non di tendenza. Il giaccone quattro ganci è quello. Lo si può ripensare studiando in nuovi tessuti performanti, in una nuova palette di colori, rivedendo i dettagli come i ganci, ma deve essere riconoscibile e deve durare nel tempo. Io voglio che il cliente di Fay torni nel negozio con suo figlio. Così come credo che il target di riferimento femminile sia un certo tipo di donna borghese che lavora, scattante, ma molto attenta a cosa indossa. Le mie sono donne che vanno in motorino e hanno bisogno di giacconi antivento e antipioggia, confortevoli e chic”. Ha le idee chiare Arthur Arbesser, designer nato a Vienna ma adottato dall'Italia, visto che vive e lavora a Milano da diversi anni. Arbesser, giudicato uno dei nomi più interessanti dell'attuale panorama della moda e finalista nel 2015 del Lvmh Prize, a Roma ha presentato la collezione Fay che ha disegnato da neo direttore creativo del marchio.

Sette anni di collaborazione con Armani, una grande passione per il teatro, “presto disegnerò i costumi di un’opera”, e oggi la sua collezione. Nel giugno 2015 Arbesser è diventato direttore creativo di Icerberg Donna, un incarico durato poco più di anno e ceduto a James Long. "Quella con Icerberg è stata un'esperienza che mi ha fatto crescere”. Da Fay altra musica: “Lavoro in un ambiente molto accogliente. Vado nelle Marche almeno tre volte a settimana e mi sento molto bene in questa azienda. Le mie icone? Emma Watson e Ryan Gosling, femminile, introversa ma decisa lei. Elegante, curioso ed intrigante lui”.

Nella sua collezione entrano così il color blu navy, ma brillante o opaco secondo i supporti, il verde e il caramello intensi, mentre il rosa e il lilla hanno toni decisi ed eleganti. Dai capi classici fino ai più innovativi spiccano i tessuti moderni e performanti, rifiniti con dettagli di carattere. Le forme sono ristrette, le tasche ingrandite, i colli ripensati. Molta cura è stata dedicata all'iconico giaccone 4 Ganci, ispirato dalle uniformi dei pompieri americani e rilanciato nel 2017 in una limited-edition: qui il gancio diventa un vero e proprio dettaglio «di culto». Del resto, è il dettaglio per Arbesser che fa la differenza.

Raffaele Vitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Ponte di Rubbianello: cinque anni di nulla dopo il crollo

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.