08172018Ven
Last updateVen, 17 Ago 2018 2pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

In cammino per vivere la misericordia. La Giornata mondiale della gioventù parte da Fermo

“Abbiamo promosso una lotteria diocesana. Dobbiamo recuperare diecimila euro, quelli con cui abbiamo potuto abbassare la quota di partecipazione. Quindi – conclude don Tony - comprate biglietti e aiutateci ad aiutare i giovani”.

gmgfermo


FERMO – I giovani ripartono in cammino e lo fanno per raggiungere Papa Francesco a Cracovia accompagnati da don Tony Venturiello, responsabile della pastorale giovanile. Come benzina avranno la misericordia “caratteristica fondamentale di Dio”.

Don Giordano Trapasso è la voce della curia per presentare le iniziative che anticipano la Gmg, giornata mondiale della gioventù: “Siamo nel luogo che rappresenta il servizio delle chiesa per le nuove generazioni. Un luogo su cui la diocesi ha investito molto, per ridarlo alla città in maniera dignitosa”. L’oratorio San Carlo “è l’oratorio degli oratori”, il luogo dove si coordinano tutti gli altri e da cui parte il cammino.

gmg“Siamo tutti immersi nel giubileo, nell’anno santo della misericordia, ma questo non cambia le priorità: famiglia e giovani”. Le nuove generazioni sono un obiettivo, perché “dei giovani si parla tanto ma concretamente restano invisibili”. La Chiesa ha nella famiglia e nei giovani i pilastri del futuro: “Non possiamo avere le parrocchie piene solo di anziani”.

In questo contesto di impegno verso i ragazzi cade la Gmg che si lega anche al cammino segnato dalla misericordia voluto da Papa Francesco.  E torna spesso il pontefice nelle parole dei due preti e torna in compagnia di Giovanni Paolo II che diceva: “Bisogna accendere la scintilla della grazia di Dio, è nella misericordia l’uomo troverà la pace e la felicità”.

Scintille sono le iniziative che la pastorale giovanile ha organizzato: “Ma se saranno accolte – sottolinea don Tony – diventeranno un fuoco di misericordia”. Le Gmg ogni anno si tengono nelle diocesi del mondo, mentre ogni tre anni c’è quella internazionale. Quest’anno è stata scelta Cracovia: “Dai 16 ai 35 anni sono tutti invitati. Due le possibilità: due settimane a 395 euro e una settimana a 325. Un tempo necessario per vivere lo spirito”. Fermo, sottolineano gli organizzatori, ha la quota più bassa delle Marche. Basterà per coinvolgere più persone? Don Tony lo spera.

“Rispetto al passato i giovani hanno perso la memoria della Gmg. A Rio fummo in 40 dalla diocesi, ma in quel caso il biglietto costava 1500 euro. Quest’anno è alla portata di tutti, basta superare le 20 ore di pullman”. Le iscrizioni scadono a luglio e l’obiettivo, per la diocesi di Fermo, è portare a Cracovia 200-250giovani.

La prima tappa del pellegrinaggio sarà Aushwitz, “per capire quello che l’uomo fa quando è senza Dio”. A seguire incontri, feste, la lunga veglia con milioni di giovani, nell’ultima a Rio furono tre milioni. In preparazione, però, le diocesi hanno un ricco programma. “Abbiamo scelto, come diocesi, di vivere l’attesa con un pellegrinaggio che coinvolge due simboli che i giovani italiani doneranno ai giovani polacchi: la statua della vergine di Loreto e la croce di San Damiano”. Stanno girando per tutta Italia e nella diocesi di Fermo arriveranno sabato. “Vogliamo tornare tra le periferie dell’esistenza umana. E per questo sono stati scelti luoghi significativi. A Fermo visiteremo le clarisse cappuccine, il carcere e l’ospedale. Prima di spostarsi alla Caritas di Civitanova e a san Marone”.

Il pellegrinaggio dei simboli si chiuderà al duomo, con la messa celebrata da monsignor Conti il 22 febbraio alle 19. “L’importante è che questi segni tocchino le realtà della vita quotidiana della società”. Ulteriore tappa sarà quella del 19 marzo, quando l’arcivescovo convocherà tutti i giovani delle parrocchie nella vicaria di Sant’Elpidio a Mare in cui sarà aperta la porta della misericordia alla Collegiata. Nel mentre, parte anche la raccolta fondi. “Abbiamo promosso una lotteria diocesana. Dobbiamo recuperare diecimila euro, quelli con cui abbiamo potuto abbassare la quota di partecipazione. Quindi – conclude don Tony - comprate biglietti e aiutateci ad aiutare i giovani”. 

@raffaelevitali 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.