Sognate di fare l'astronauta? Tutti ad Amandola a lezione da Cheli, l'uomo dello spazio

Cheli Schumacher sigisky

Ma non saranno solo racconti di successi quelli che Cheli regalerà agli alunni, perché non c’è successo senza lavoro, senza fatica, senza determinazione.

AMANDOLA – Non ha appoggiato il suo piede sulla luna, ma Maurizio Cheli ha passato 380 ore nello spazio e 5mila su ogni tipo i aereo. L’uomo che parla alle stelle arriva ad Amandola per incontrare gli studenti delle scuole di dieci comuni dei Sibillini in tre province: Fermo, Ascoli e Macerata.

Primo italiano a partecipare a una missione spaziale, Cheli si confronterà con i ragazzi, risponderà alle loro domande, chiarirà i sogni di chi, fin da bambino, immagina di salire su uno Shuttle. Ma non saranno solo racconti di successi quelli che Cheli regalerà agli alunni, perché non c’è successo senza lavoro, senza fatica, senza determinazione. E di sacrifici l’astronauta ne ha dovuti superare, come dimostra il suo lungo curriculum. Nel 1988 è pilota collaudatore al Reparto Sperimentale di Volo dove, classificandosi primo del corso alla Empire Test Pilot's School di Boscombe Down (Regno Unito), diviene pilota collaudatore-sperimentatore di velivoli ad alte prestazioni. Nel 1993 ottiene la qualifica di astronauta al Johnson Space Center di Houston della NASA e nel 1994 quella di ingegneria aerospaziale. Nel 1996 partecipa alla missione STS-75 Tethered Satellite a bordo dello Space Shuttle Columbia in cui ricopre, primo italiano, il ruolo di Mission Specialist. Viene assunto da Alenia Aeronautica e ottiene l'incarico di Capo Pilota Collaudatore per velivoli da difesa. Indimenticabile la sua sfida contro la Ferrari guidata da Shumacher. Cheli a bordo si un Eurofighter Typhoon bruciò sul traguardo la monoposto più amata nel mondo (foto digisky).

Tutto questo entrerà alla Collegiata di Amandola martedì mattina, alle 10.30, grazie a Alberto Federico Marini, amandolese amico dell’astronauta. Hanno collaborato comune di Amandola, Pro loco, Lions club Sibillini e Fondazione CariFermo. Sarà il sindaco Adolfo Marinangeli a introdurre il pilota che parlerà anche del suo libro autobiografico ‘Tutto in un istante’.

r.vit.