09192018Mer
Last updateMer, 19 Set 2018 11am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Maturità, nel Fermano in 30 restano a casa. Ipsia, boom di rimandati. Ecco 10 portafortuna per gli studenti

scuola maturita

L’Ipsia si conferma la scuola più severa anche per quanto riguarda il percorso scolastico, sono 155 i rimandati a settembre che dovranno quindi passare parte dell’estate sui libri.

FERMO – ci siamo, da oggi si suda sui banchi, vocabolario in mano e tablet e cellulari a casa: è il giorno della maturità. Attesa, temuta e quest’anno guardata da lontano da trenta 18enni fermani. il record di bocciature spetta all’Ipsia con 15 non ammessi e 91 pronti oggi sui banchi. 12 sono state invece le bocciature al Montani, ma ben 288 i maturandi. Ma l’Ipsia si conferma la scuola più severa anche per quanto riguarda il percorso scolastico, sono 155 i rimandati a settembre che dovranno quindi passare parte dell’estate sui libri, per non parlare delle prime classi dove poco meno di un terzo degli iscritti è stato bocciato. Per la serie: non pensate che in un istituto tecnico non si studi.

Tornando ai maturandi, per chi non si sente preparato, non resta che appellarsi alla buona sorte, alla cabala: dal compagno di banco 'portafortuna' al santino, dalla penna benedetta alle mutande rosse. Oltre mezzo milione di ragazzi sta per affrontare il primo e più impegnativo esame scolastico della loro vita e quasi tutti oltre allo studio, senza il quale tutto il resto conta poco, considerano essenziale un altro elemento: il talismano che porterà benefici. A fare la top ten dei portafortuna ci ha pensato la web survey di Skuola.net, grazie alle preferenze indicate da circa 500 maturandi. Ecco 10 i riti scaramantici. 1) Sedersi vicino al compagno fortunato. L'amico 'portafortuna', in 1 caso su 5, è quello che si contenderanno i maturandi sin dal giorno della prima o della seconda prova. Quello che notoriamente porta bene e che, molto probabilmente, corrisponde al più bravo della classe. 2) Indossare un accessorio portafortuna. Tra i riti molto gettonati (19%), c’è quello di indossare un accessorio che porti fortuna. Braccialetti, collanine, fermacapelli o orologi: tutto va bene, purché intercettino un aiuto da parte della dea bendata. 3) Portare un santino. Una foto benedetta del proprio santo protettore sarà nell'equipaggiamento del 14% dei ragazzi che affronteranno la maturità: farà parte di un vero e proprio altarino portatile da sistemare sul banco, accanto a dizionario e calcolatrice. 4) Usare una penna benedetta durante le prove scritte. Porterà con sé la penna foriera di buoni voti in 5 anni di compiti in classe il 10% dei maturandi. Tra loro, c’è chi lo scorso marzo - in occasione dei 100 giorni alla maturità - ha fatto benedire la penna da usare durante le prove scritte: una tradizione che ogni anno conduce migliaia di studenti fino al santuario di San Gabriele a Termoli. 

Al quinto posto della classifica dei riti scaramantici c’è quello di sedersi al banco favorito dalla sorte. Il 9% dei maturandi, infatti, ha già ha individuato il banco fortunato dove sedersi il giorno delle prove. Sarà quello corrispondente al proprio numero fortunato o quello geolocalizzato su determinate coordinate? O, semplicemente, quello che ha collezionato più degli altri scritte e appunti di anni di scuola? 6) Indossare indumenti portafortuna. È un altro 9% dei maturandi sceglie di indossare, il giorno della prova, indumenti specifici ben selezionati dall'armadio: mutande rosse, t-shirt, camicie, pantaloni, scarpe, abbigliamento intimo che in passato hanno avuto il 'merito' di attirare energia positiva o, per lo meno, buoni voti. 7) Pregare e accendere un cero. È l'8% degli studenti intervistati a confessare di richiedere un aiutino dall'alto per gli esami di maturità. Accendere un cero, pregare e partecipare a processioni le modalità più quotate. 8) Ripetere rituali propiziatori. I più profani, invece, ripeteranno gesti particolari, situazioni che già una volta hanno portato fortuna immediatamente prima di un evento importante: dormire con un determinato pigiama, fissare la sveglia a un orario ben preciso, ecc. Qualsiasi sia il rituale propiziatorio, questo sarà il 'trucchetto' del 4% degli studenti. 9) Fare un fioretto. "Se passo la maturità, non giocherò ai videogames per una settimana": questo è uno dei possibili esempi di rinunce e promesse fatte dagli studenti in cambio della promozione. Ricorrerà a questo stratagemma il 4% dei maturandi. 10) Portare agli esami un cimelio familiare. L'orologio del nonno, il ciondolo della mamma, il disegno del fratello minore: cimeli appartenenti a un familiare o doni ricevuti da una persona cara possono avere un potere incredibile; se non 'magico', almeno emotivo. Ecco allora che ne porterà uno con sé il 3% dei maturandi. 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.