04202018Ven
Last updateGio, 19 Apr 2018 7pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Messa in Duomo su Rai 1, Pennacchio punta sulla misericordia. Ma niente appelli per i terremotati

messa0
messapenna
messa1

Nel giorno della remissione dei peccati attraverso la misericordia, che dà il nome a questa domenica, Pennacchio ricorda “che in tanti rimangono lontani dalla vita cristiana perché percepiscono la chiesa maestra prima che madre".

FERMO – Duomo tirato a lucido, l’arcivescovo Rocco Pennacchio in stola bianca affiancato da tutti i preti della diocesi. La diretta della messa su Rai 1 richiama la città nel cuore del girfalco. In prima fila il sindaco Paolo Calcinaro con il prefetto Maria Luisa D’Alessandro, la presidente della Provincia Moira canigola e il comandante dei carabinieri Roland Peluso. Guardandola in tv è un alternarsi di cerimonia con il commento fuori campo della giornalista che spiega ogni passaggio, incluso quello del neofita che indossa per la prima volta della tunica bianca, lasciata poi a fine celebrazione sull’altare. Ma anche immagini delle bellezze interne della chiesa e riprese aeree di Fermo, baciata da sole e cielo azzurro.

Tutti aspettano la predica di Pennacchio. Ma il vescovo scegli il low profile. La parola chiave è la misericordia, mente mai entrano ‘’terremoto’, ‘sisma’, ‘ricostruzione’. Ci speravano i cittadini dei Sibillini, perché la cassa di risonanza era grande e avrebbe toccato molte coscienze, a cominciare da quelle della politica che deve e può fare di più.

Nel giorno della remissione dei peccati attraverso la misericordia, che dà il nome a questa domenica, Pennacchio ricorda “che in tanti rimangono lontani dalla vita cristiana perché percepiscono la chiesa maestra prima che madre. Il signore ci giudica, ma la sua croce è amore, misericordia e perdono. È anche giudizio, ma Dio ci giudica amandoci”.

Gli uomini hanno attese e speranze, lo sa bene il vescovo: “L’uomo ha bisogno di luoghi in cui ci si ama e perdona. La chiesa è questo luogo. Chiedo al signore di sostenere con la sua grazia la fatica di credere”. Di credere anche in una ripresa di questa terra ferita dalla natura.

@raffaelevitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Fede, giovani e integrazione: i primi pensieri fermani di monsignor Pennacchio

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.