06202018Mer
Last updateMar, 19 Giu 2018 4pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

Iscriviti al nostro canale Youtube

Mus-e e Fermo in salsa spagnola per una scuola che integra e coinvolge le famiglie

musespagna

"Non possiamo fermarci al presente, quindi lavoriamo sul miglioramento del sistema educativo futuro e per questo lavoriamo insieme a bambini, genitori e nonni in mood da sapere come era e come immagino che debba essere la propria città”.

FERMO - Spagna chiama, Fermo risponde. Il progetto Mus-e del Fermano, guidato da Enrico Paniccià, supera anche le barriere fisiche, dopo quelle culturali e sociali, grazie al progetto europeo Erasmus. La delegazione di Fuenlabrada è stata accolta in comune dal sindaco Paolo Calcinaro. “Siamo una città simile a Fermo, ma più grande con duecentomila abitanti, con scuole e università. Una città che in cinquant’anni è passata da settemila a duecentomila abitanti, con tante scuole nuove costruite negli anni ’90 che sono diventate un luogo sociale e sportivo fuori dai classici orari mattutini di lezione. Da città dormitorio siamo diventati un luogo con tanti spazi culturali e di sviluppo civico”. Un modello, diverso, che vuole interagire con Fermo, “in modo da crescere” spiega Gonzalo Lopez Martinez, direttore generale all’Educazione del comune spagnolo.

Marco Montani, consigliere Mus-e, racconta il progetto locale, partito nel 2009 e che coinvolge 17 classi del plesso di San Tommaso e la San Giovanni Bosco a Cascinare. “Nel 2010 è nata la Onlus con l’obiettivo di lavorare per l’integrazione, sapendo che sarebbe stata una sfida complessa, ma non impossibile. Mus-e era la strada giusta per vincere la sfida. Abbiamo fatto della scuola il laboratorio della reciproca conoscenza”. Oggi l’allargamento del progetto, con Mus-e Italia che ha puntato sul mondo fermano.

Rita Costato Costantini è la coordinatrice di Mus-e Italia: “Questi incontri reali e non virtuali sono il simbolo del sogno di Yehudi Menuhin in cui l’utopia diventa realtà”. 12mila bambini e 15 città coinvolte a livello nazionale: “Entrare in ogni scuola e vedere passione e impegno che artisti e dirigenti mettono per migliorare la qualità della vita dei bambini è sempre emozionante. Noi vogliamo far crescere le competenze, arricchendo i nostri bambini con nuove competenze poi spendibili in ogni campo”.

Claudio Marcotulli per il Conservatorio, “tra i soci fondatori”, Alessandro Vella di Mondo Minore, il dottor Teodori, dirigente dell’Isc di Sant’Elpidio a Mare, Anna Maria Bernardini, dirigente della scuola di San Tommaso, Anabel Dominguez, responsabile del Mus-e spagnolo, “noi siamo la prova che non si parla solo, ma si agisce. Unire le nostre diversità di comuni e di scuole, è far diventare la diversità una ricchezza arrivando a creare una scuola-famiglia”, e Felix Labrador dell’università Re Juan Carlos di Madrid i volti protagonisti.

Anello chiave del progetto sono i genitori, quanto gli alunni: “L’obiettivo è ridurre l’assenteismo e migliorare la coesione sociale riducendo i conflitti attraverso sistemi come la lezione aperta”. “Il ruolo dell’Amministrazione è fondamentale, perché il comune è l’ente più vicino, anche se magari sulla scuola ha meo poteri” ribadiscono gli organizzatori. Per riuscirci cerchiamo di conoscere le nostre rispettive esperienze, sapendo che abbiamo da imparare reciprocamente. E da questo scambio creeremo esperienze nuove e positive nei rispettivi comuni. Non possiamo fermarci al presente, quindi lavoriamo sul miglioramento del sistema educativo futuro e per questo lavoriamo insieme a bambini, genitori e nonni in mood da sapere come era e come immagino che debba essere la propria città”.

“Per noi è stato importante vedere come loro in Spagna lavorano con le famiglie. Ora coinvolgerle nei percorsi educativi è cruciale, come abbiamo fatto a San Tommaso con il ricettario che ha permesso ai bambini di dialogare con chi tramanda nella famiglia la propria cultura. La sfida è proprio portare la scuola oltre la scuola, a vivere nel pomeriggio” ribadisce Carlo Pagliacci che si prepara a vivere un altro anno unendo Italia e Spagna.

r.vit.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.