06242018Dom
Last updateSab, 23 Giu 2018 6pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

Iscriviti al nostro canale Youtube

Il centro storico perde vigili e protezione civile, ma crescono gli universitari. I commercianti tra dubbi e speranza

inegneriamanialzate

La crescita delle immatricolazioni, sono 146 gli iscritti alla triennale in ingegneria e 45, ma ci sono ancora sette giorni, quelli alla biennale. Numeri che portano la popolazione di studenti a 485, contro i 342 dell’anno accademico 2014-2015.

FERMO – Sono una massa silente. Un piccolo fiume di giovani che si muove tra le vie del centro storico, entrando e uscendo da appartamenti, passando ore dentro la mensa universitaria e ogni tanto un caffè nei bar. Sono gli studenti universitari di Ingegneria che, anno dopo anno, continuano a crescere dimostrando la scelta lungimirante fatta dalla Politecnica delle Marche. Piace Fermo ai novelli ingegneri gestionali, ma piace anche a chi studia infermieristica.

La crescita delle immatricolazioni, sono 146 gli iscritti alla triennale in ingegneria e 45, ma ci sono ancora sette giorni, quelli alla biennale. Numeri che portano la popolazione di studenti a 485, contro i 342 dell’anno accademico 2014-2015. A loro si aggiungono gli infermieri: 63 matricole, 50 gli iscritti al secondo anno e 43 al terzo. “L’Università è una grandissima occasione per la città, per la sua economia” sottolinea il sindaco Paolo Calcinaro. Ed è vero, anche se tra i commercianti, soprattutto bar, pizzerie e ristoranti, regna la preoccupazione per la decisione di spostare sia vigili urbani che protezione civile, è iniziato ieri il trasloco in piazza Dante, fuori dal centro. “Un calo di vendite è quello che ci attendiamo” sottolineano un apio di baristi per cui “siamo preoccupati”. Una scelta che non li ha trovati concordi, ma è anche una scelta che l’Amministrazione ha ponderato a lungo, volendo dare un taglio più museale, con il recupero degli spazi, al centro storico. “Ma non posso mettere i biglietti dei musei dentro la cassa a fine giornata” ribadiscono dalle pizzerie.

Ben venga quindi la crescita degli universitari, che ora bisogna cercare di rendere più protagonisti della vita cittadina. Iniziative mirate, serate a tema, non solo nei locali lungo le mura, devono diventare un compagno di viaggio per far sì che la perdita di decine di clienti, tra dipendenti e persone che frequentavano il comando dei vigili, venga compensato. “Per questo – prosegue il sindaco – stiamo lavorando per migliorare le strutture che ospitano gli studenti e di far crescere l’offerta formativa avviando anche corsi post laurea nel periodo estivo per studenti stranieri come sta accadendo da un paio di anni a questa parte per attirare ragazzi e far conoscere la nostra città”.

Raffaele Vitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.