05252018Ven
Last updateVen, 25 Mag 2018 6am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Macerata, manifestazioni vietate. Minniti rivendica il blocco dei migranti. Orlando "tutela" Pamela

tribunale web

E siccome tutto serve fuorché nuova tensione, tutti d’accordo, o quasi, con il prefetto Roberta Preziotti: niente manifestazioni, di destra o sinistra. Bersani: "Fascisti non si passa"

MACERATA – “Ai fascisti dico non si passa. A quelli che hanno paura e non sono fascisti e dicono che ci sono cose da aggiustare, rispondo sì”. È il sunto di una lunga giornata a Macerata sono le parole di Pierluigi Bersani. “Traini, l'attentatore di Macerata, l'avevo visto all'orizzonte dieci mesi fa, quando poi abbiamo cambiato la politica dell'immigrazione” commenta il ministro dell'Interno, Marco Minniti che già questa estate aveva parlato id rischi di tenuta democratica. “Noi, fermando gli sbarchi, costruendo la legalità e la sicurezza abbiamo fatto capire qual è il confine tra democrazia e populismo, che incatena i cittadini alle paure. E lo abbiamo fatto senza muri, senza filo spinato e senza evocare l'invasione” spiega a Repubblica.

Non fa un passo indietro, ma rilancia: “L'accordo con la Libia è stato fondamentale. Da sette mesi consecutivi calano gli sbarchi, una cosa impensabile qualche tempo fa. Numeri piccoli significa che il fenomeno si può gestire, numeri grandi e senza controllo mettono a rischio la tenuta democratica del Paese, come dissi prima dell'estate. Oggi - prosegue - 22 mila profughi sono stati rimpatriati dalla Libia volontariamente e con un'assistenza economica dall'Onu”. Tornando a Traini, Minniti è duro: “Chi sostiene una minima posizione giustificazionista sull'episodio crea una frattura democratica. Il punto cruciale della democrazia è il rispetto della legge, è stata una rappresaglia con una matrice nazista e fascista”.

E siccome tutto serve fuorché nuova tensione, tutti d’accordo, o quasi, con il prefetto Roberta Preziotti: niente manifestazioni, di destra o sinistra. “Nel prendere atto favorevolmente della decisione di Anpi di rinviare la manifestazione annunciata per sabato prossimo - dice il prefetto - si accoglie l'invito del sindaco di Macerata a non effettuare manifestazioni nei prossimi giorni per consentire il ripristino delle condizioni di serenità per la comunità maceratese. Per questo si auspica analogo senso di responsabilità da parte degli altri promotori di manifestazioni annunciate aventi ad oggetto i tragici fatti dei giorni scorsi, l'orrenda morte di Pamela e l'indiscriminata sparatoria contro persone inermi. Qualora non intervenga l'auspicato senso di responsabilità - conclude - si provvederà a vietare lo svolgimento delle stesse ai sensi di legge”. E anche per non creare nuove tensioni Matteo Salvini ha scelto di non andare a Macerata, ma di fermarsi sui Sibillini per incontrare i terremotati. Chi invece è arrivato è il ministro della Giustizia Orlando che ha chiesto “di far lavorare in tranquillità la magistratura”. Il ministro ha poi aggiunto, mandando un messaggio alla stampa e alle forze politiche: “Vi è ipocrisia: ci si muove per lo sdegno di questa vicenda ma poi chi si dice sdegnato si approfitta e diffonde particolari sulla vita della ragazza. Raccolgo l'appello dello zio che chiede pietas sulla ragazza rispetto a ricostruzioni che non hanno nulla a che vedere con la vicenda”. 

Raffaele Vitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.