05252018Ven
Last updateVen, 25 Mag 2018 6am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Dieci città europee si danno appuntamento a Fermo. Torresi: "Insieme studiamo il rilancio del commercio"

piazzavuota

“In particolare, scopo del progetto è lo studio di strategie da adottare per il rilancio del commercio al dettaglio nei centri storici come leva economica strategica per le città di medie dimensioni, tramite lo sviluppo di sistemi innovativi favorendo la competitività delle piccole imprese nel settore del commercio al dettaglio".

FERMO – Servono soluzioni innovative per rilanciare il commercio nel cuore di Fermo. Lo ha capito l’assessore Mauro Torresi, che in due anni le ha provate tutte: feste, incontri, iniziative, sconti e via dicendo. Ma alla fine, molte vetrine restano chiuse, anche se quelle che ci sono resistono e spesso rilanciano, riuscendo a essere protagoniste sul mercato provinciale. E così, ecco che dieci città europee si ritrovano per due giorni a Fermo per parlare e confrontarsi su strategie innovative che contribuiscano a rivitalizzare il settore del commercio al dettaglio nelle città di piccole e medie dimensioni. Si chiama RetaiLink, Rethinking retail in cities ed è un progetto che si contestualizza all’interno del programma europeo “Urbact III”, finalizzato a promuovere lo sviluppo urbano sotto diversi aspetti.

“In particolare, scopo del progetto è lo studio di strategie da adottare per il rilancio del commercio al dettaglio nei centri storici come leva economica strategica per le città di medie dimensioni, tramite lo sviluppo di sistemi innovativi favorendo la competitività delle piccole imprese nel settore del commercio al dettaglio. L'azione prevede il connubio tra valorizzazione del centro storico attraverso azioni congiunte commercio, cultura, sport, turismo, allo scopo di ridefinire il city brand, elevare il target qualitativo degli acquirenti e visitatori, migliorare l'accessibilità del centro storico, creare nuove opportunità di sviluppo e di occupazione” spiegano lgi organizzatori della due giorni, 7-8 febbraio.

Queste le località coinvolte nel progetto: Igualada (città capofila, Spagna), Basingstoke (UK), Bistrita (Romania), Sibénik (Croazia), Hengelo (Olanda), Hoogeveen (Olanda), Liberec (Repubblica Ceca), Romans (Francia), Pecs (Ungheria). Tutte saranno presenti a Fermo con tecnici e rappresentanti (per Igualada e Romans ci saranno due assessori). “Si tratterà di un momento di confronto importante e funzionale per poter capire come agire e quali azioni  intraprendere in questo settore anche grazie a città che hanno le nostre stesse dimensioni – ha detto l’assessore al commercio Mauro Torresi – Fermo è l’unica città italiana che fa parte del progetto e dunque si onora di farne parte, così come saremo onorati di ospitare personalità che arrivano da altre nove città europee per poter studiare insieme, confrontarci ma soprattutto trovare strategie condivise e soprattutto efficaci”.

Previste il 7 e 8 febbraio sessioni di lavoro importanti fra cui: una conferenza dell'esperto di URBACT Manuel Torresan intitolata "Riorganizzare la vendita al dettaglio in una città di medie dimensioni, alcuni insegnamenti tratti dall'esperienza", che si riferiranno alle opportunità di finanziamento attraverso i programmi e i fondi dell'UE. Torresan è architetto e urbanista del Dipartimento di Pianificazione, Design e Tecnologia dell'Architettura della Sapienza (Roma). Caso scuola sarà quello di Spoleto.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.