02252018Dom
Last updateSab, 24 Feb 2018 7pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Saluto romano e tricolore: bloccato l'uomo che ha terrorizzato Macerata

arrestopaazzo

Quando è stato bloccato dai carabinieri è stato trovato in possesso di una pistola e ha ammesso le proprie responsabilità. “I fatti di Macerata ci lasciano attoniti e inorriditi: è una spirale di odio e di violenza che dobbiamo fermare” il commento del presidente del Senato, Pietro Grasso.

MACERATA - L'uomo bloccato per le sparatorie, che hanno causato sei feriti, nel centro di Macerata nei pressi del Monumento ai Caduti, è sceso dall'auto, si è tolto il giubbetto, ha indossato una bandiera tricolore sulle spalle ed è salito sui gradini del Monumento. L'Ansa riferisce che si sarebbe girato verso la piazza e avrebbe fatto il saluto fascista. Poi sono arrivati i carabinieri e non ha opposto resistenza. A bordo dell'auto che guidava è stata trovata la pistola, una tuta mimetica, sul cruscotto piume bianche, appunti a penna e bottiglie d'acqua. È alto circa 1,80, fisico atletico, calvo. Il fermato si chiama Luca Traini, 28 anni, arriva da Tolentino ed è incensurato.

Quando è stato bloccato dai carabinieri è stato trovato in possesso di una pistola e ha ammesso le proprie responsabilità. “I fatti di Macerata ci lasciano attoniti e inorriditi: è una spirale di odio e di violenza che dobbiamo fermare” il commento del presidente del Senato, Pietro Grasso. “La persona che stamattina ha seminato il panico nella nostra città è stato catturato. Potete uscire dalle abitazioni e andare a prendere i bambini a scuola" il messaggio che il sindaco Romano Carancini ha lanciato su Facebook, social da cui aveva invitato tutti a rimanere a casa nei momenti convulsi della mattina.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Fede, giovani e integrazione: i primi pensieri fermani di monsignor Pennacchio

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.