07222018Dom
Last updateSab, 21 Lug 2018 6pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Trapianto di organi al Murri, Livini: "Grazie alla generosità dei familiari, tre persone sorridono"

murri
Al Murri ogni anno si tengono tra gli 8 e i 10 trapianti.
di Raffaele Vitali
FERMO - E' stato tutto rapido. La malattia, il periodo in rianimazione, la decisione di donare gli organi. Tutto questo alla fine della vita di  Domenico Bordoni, 72 anni vissuti con altruismo e volontariato. "Ispirati dalla sua tendenza alla solidarietà, i familiari hanno acconsentito alla donazione degli organi del defunto contribuendo, col loro dono, a salvare e migliorare la vita di almeno 3 persone" commenta Licio Livini, direttore dell'Asur di Fermo.
In azione è entrata  l’equipe del Servizio di Anestesia e Rianimazione e Blocco Operatorio, diretto dalla dottoressa Luisanna Cola, e il Coordinatore Ospedaliero Donazione e prelievo Organi e Tessuti, il dottor Alberto Viozzi. Con loro Grazia Conte, chirurgo della Clinica chirurgica trapianti di Ancona.
Hanno lavorato fino alle 5 del mattino per garantire un futuro ai reni e alle cornee che sono stati diretti a un ospedale di Verona.
"Grazie per il vostro gesto, vi siamo vicini" hanno detto.i dottori a moglie, figli e nipotine di Bordoni.
"Questo un territorio che esprime una alta sensibilità alla donazione e noi abbiamo una eccellente equipe al Murri che mai si sottrae ad impegni del genere. Dico grazie anche a loro" prosegue Lucini.
Al Murri ogni anno si tengono tra gli 8 e i 10 trapianti. "La donazione è un gesto di estremo altruismo in un momento di enorme dolore, l'esempio di Bordoni va raccontato" conclude l'equipe, stanca ma soddisfatta.
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.