04232018Lun
Last updateDom, 22 Apr 2018 7pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

Murri, il valzer dei primari. Dieci domande per Oncologia: tre medici interni in lizza

anpof1

“Nel primo semestre andranno in pensione i primari di Ostetricia e ginecologia, Chirurgia e Pediatria. Saranno mesi intensi” conclude il direttore generale.

di Raffaele Vitali

FERMO – Dieci medici in corsa per un posto. Il reparto di Oncologia di Fermo, orfano del primario Lucio Giustini (al centro nella foto) ormai da un anno, entro aprile conoscerà la sua nuova guida. Sono arrivate dieci domande in risposta al bando dell'Asur per il posto di primario: cinque da fuori regione, in pole ci sarebbe un medico proveniente da Pisa, una arriva da Senigallia, una da San Severino Marche e tre sono interne, presentate dai medici già in forza al reparto di Oncologia dell’ospedale Murri, retto dalla pensione di Giustini dal dottor Romeo Bascioni. Sono due uomini e una donna. “Una nomina importante” ribadisce Licio Livini, direttore dell’Asur che ricorda come “oncologia sia uno dei settori portanti dell’ospedale”.

Ma non è solo questo il concorso aperto dall’Asur 4. Perché sono numerosi i posti vacanti, nonostante i dieci primari nominati in poco più di due anni da Livini. In ordine: ortopedia, laboratorio analisi e riabilitazione sono da troppo tempo senza il proprio primario. “Presto riempiremo anche queste caselle. Il problema non è nelal volontà dell’Asur, ma nel sistema che prevede commissioni nazionali e step lunghi” prosegue Livini.

Che dovrà fare fronte anche a un altro grande problema: i prepensionamenti. “Nel primo semestre andranno in pensione i primari di Ostetricia e ginecologia, Chirurgia e Pediatria. Saranno mesi intensi” conclude il direttore generale.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Fede, giovani e integrazione: i primi pensieri fermani di monsignor Pennacchio

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.