01242018Mer
Last updateMar, 23 Gen 2018 9pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

La Canigola ai dipendenti: "Provincia, il 2018 sarà più roseo. Nella Finanziaria tornano un po' di risorse"

brindisiprov1

Lo ammette candidamente la Canigola, che poi riparte: “Un anno difficile a causa di una riforma che ci ha visto uscire con le ossa rotte. Fondi tagliati e funzioni tolte. Ma un anno con tanto lavoro che mi ha arricchito di gioie e troppe amarezze”.

FERMO - “A fronte di una mancanza di attuazione di una pre intesa sul salario accessorio destinato alla produttività ed alle progressioni orizzontali i dipendenti non parteciperanno alla rituale cerimonia degli auguri natalizi in cui nel corso degli anni sono sempre stati elogiati per il loro impegno e per la loro abnegazione”. Questa era la nota dei sindacati confederali che rappresentano i dipendenti della Provincia di Fermo. Ma poi, all’atto pratico, in una trentina hanno preso parte al brindisi di Natale. Magari con meno entusiasmo, ma di certo con la stessa voglia di condivisione di un percorso difficile, reso complicato dalle scelte governative. Non si cancellano con un bicchiere di spumante problemi tra uffici e carenze organizzative, ma neppure la volontà comune di raggiungere risultati migliori.

Il primo anno da presidente di Moira Canigola si chiude quindi con il brindisi. “Questa per me è una esperienza dura, complessa, faticosa sotto tanti punti di vista. Avere un doppio incarico, di sindaco e presidente, rende tutto più pesante e difficile da gestire. Chiaramente con tempi complessi da incastrare. E sono sempre in ritardo”. Lo ammette candidamente la Canigola, che poi riparte: “Un anno difficile a causa di una riforma che ci ha visto uscire con le ossa rotte. Fondi tagliati e funzioni tolte. Ma un anno con tanto lavoro che mi ha arricchito di gioie e troppe amarezze”.

La Provincia tornerà più importante? “Mi piacerebbe dirlo. Ci aspettano anni di lavoro difficili anche se le ultime notizie dalla legge finanziaria ci rasserenano. Dovrebbero arrivare più risorse e riavere la possibilità di assumere. Questo ci fa pensare a un 2018 migliore per la Provincia e per tutto il territorio” è l’augurio finale della pacata, quanto combattiva, presidentessa affiancata dal vice Stefano pompozzi e dai consiglieri Marinangeli, Falzolgher, Perugini e Borraccini.

Raffaele Vitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Fede, giovani e integrazione: i primi pensieri fermani di monsignor Pennacchio

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.