10182017Mer
Last updateMar, 17 Ott 2017 8pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

La Camera di Commercio porta il Fermano a Milano e la Cina a Fermo

di chiara Maroni

La doppia faccia di una struttura che produce e funziona e che ora è in lizza per ottenere l’Azienda speciale moda, se non addirittura calzaturiero, non appena andrà in porto la fusione delle Camere di Commercio regionali in un’unica struttura con sede ad Ancona.

FERMO – Neppure il tempo di chiudere lo stand hospitality dentro theMicam, che la camera di Commercio tornava operativa nella sua sede a Fermo con un importante incontro internazionale. “Sono a Fermo per la terza volta, ci siamo conosciuti anni fa e oggi credo sia arrivato il momento giusto per creare collaborazioni importanti tra i nostri imprenditori e il Distretto calzaturiero fermano, dove si produce il meglio del Made in Italy”. Lo ha affermato Fan Yujie, presidente di un’importante azienda calzaturiera della Provincia di Wen Zhou.

 La doppia faccia di una struttura che produce e funziona e che ora è in lizza per ottenere l’Azienda speciale moda, se non addirittura calzaturiero, non appena andrà in porto la fusione delle Camere di Commercio regionali in un’unica struttura con sede ad Ancona.

L’esperienza a Milano quest’anno p riuscita particolarmente, vuoi per i focus group interessanti, anche se resta da rivedere l’acustica e il target a cui ci si rivolge, vuoi per i prodotti portati, con i salumi Bacalini in pole, ad attirare i buyer e i visitatori. Ma mai come quest’ano sono stati presenti anche imprenditori del distretto, che hanno dato un po’ di attenzione a quello stand che con sacrificio organizzativo i presidenti Di Battista e Di Chiara allestiscono ogni edizione.

Per chi ha preso parte con i propri prodotti a theMicam son arrivati i primi contatti che dovrebbero diventare ordini. Come la galantina di Bacalini che ha conquistato i russi o il ciauscolo della Ciriaci che ha incuriosito i buongustai. E così i dolci di “180 gradi” di Fermo, il vino Podere dei Colli e il caffè di EffeCaffè di Mogliano di Macerata. “Quello che non ci sorprende è come, nonostante il Micam sia finito da giorni, questi prodotti abbiano talmente impressionato i visitatori dell’hospitality che hanno lasciato un ricordo della nostra terra, portandoli a voler creare un legame anche commerciale con essa”. E tornado alla visita cinese, primo feedback da Chen Shouju, general manager di una grande azienda commerciale: “Siamo pronti ad aprire le nostre vetrine alle calzature di qualità medio alta, rigorosamente Made in Italy. Le nuove collezioni primavera estate viste al Micam sono perfette per il nostro mercato che si è aperto al prodotto di qualità”.

@raffaelevitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.