10182017Mer
Last updateMar, 17 Ott 2017 8pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

E' la Notte delle meraviglie, da Lido a Fermo tutti uniti per sognare e divertirsi

meraviglienotte

Rientra nel programma di domani il T-day, la manifestazione dedicata a Giacomo Tidei, al Duomo. Dietro la Notte Peppe Nuciari e Maurizio Orso. “Volevamo diventare la Città delle Meraviglie e vogliamo ancora di più lo saremo per il prossimo anno, con il coinvolgimento di Torre di Palme".

FERMO – La notte delle meraviglie diventa la Città delle meraviglie. Dal Lido al centro storico, oggi e domani. E a Fermo la meraviglia è anche culturale. Un anno fa aprì la mostra su Van Gogh, quest’anno riapre San Filippo con il Rubens. “Negozi aperti, trenino, bus navetta. Siamo convinti che bisseremo il successo degli anni passati” sottolinea il vicesindaco Francesco Trasatti.

Che porta Fermo dentro il format regionale della Notte dei desideri che unisce i 180 km di litorale marchigiani. “Un evento che celebra i sogni e le emozioni”. La serata sarà seguita passo passo da un network di emittenti radiofoniche da 5 differenti location: Radio Fano sarà a Gabicce Mare, Radio Arancia a Numana e a Porto Recanati, Radio Linea a Fermo e Radio Azzurra a Grottammare, ciascuna in diretta dalle 21 per intervistare ospiti e passanti sulle spiagge e nei centri, tra cui Fermo, e per raccontare in maniera divertente e spensierata la Notte dei Desideri marchigiana. Dai microfoni degli speaker alle home dei social network, l'atmosfera della Notte dei Desideri rimbalzerà su Facebook, Twitter, Instagram e Flickr con #marchedeidesideri. 

Rientra nel programma di domani il T-day, la manifestazione dedicata a Giacomo Tidei, al Duomo. Dietro la Notte Peppe Nuciari e Maurizio Orso. “Volevamo diventare la Città delle Meraviglie e vogliamo ancora di più lo saremo per il prossimo anno, con il coinvolgimento di Torre di Palme. Peer farlo servono finanziamenti oltre a quelli comunali e penso ai commercianti” spiega Nuciari.

Saltimbanchi, attori e musica, non manca nulla. “Lido di Fermo è per spazio e logistica più complessa da organizzare, rispetto al centro storico che è un palcoscenico naturale. Tutto il lungomare sarà coinvolto: dall’isola pedonale all’ultimo chalet. Alcuni artisti li rivedremo sabato a Fermo, ma con spettacoli diversi”. Numerosi gruppi musicali itineranti, con una band solo al femminile.

“Serve però la collaborazione dei commercianti, che siano accoglienti e anche loro diano il meglio di se stessi” aggiunge Nuciari. “Ognuno deve svolgere il proprio compito” ribadisce Trasatti. “Questa festa non è una spesa, ma un investimento perché genera economia. Migliaia di perone sono attese, molte dormiranno nei B&B di Fermo”.

Una trentina li artisti coinvolti nelle due serate. Imperdibili le performance a corso Cefalonia. “Diamo risposte alle richieste, dalla città Natale alla città delle meraviglie, creiamo aggregazione per aumentare i numeri in centro. La somministrazione dei prodotti ha un vantaggio diretto immediato, ma la boutique di qualità funziona. Se andiamo verso una identità culturale-turistico saranno avvantaggiate un certo tipo di attività. Difficile immaginare lo sviluppo di una ferramenta”.

E una scelta è di non mettere bancarelle. “Noi vogliamo creare un vantaggio per i commercianti, lo stanno comprendendo”. E infatti i ristoratori lo hanno capito e offriranno la cena agli artisti, contribuendo così alle spese del Comune. “Di mercatini ne abbiamo tanti durante la settimana, quindi era giusto lasciare la città libera. Peccato incassare critiche quando lavori tanto per Fermo” conclude amareggiato l’assessore al commercio Mauro Torresi.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.