07252017Mar
Last updateMar, 25 Lug 2017 7am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Pillola del giorno dopo. Si è costituito il 18enne di Fermo responsabile dell'aggressione. "Scusate, avevo paura"

carabinieri web 3

L'avvocato Ciarrocchi: "“Remissivo e collaborativo. Ha riconosciuto l’aggressione di fronte ai carabinieri di Servigliano. L’atto l’ha giustificato con l’ansia di dover avere la pillola per la ragazza”.

SERVIGLIANO – Si è costituito il 18enne che aveva preso con violenza la pillola del giorno dopo dalla farmacia di Belmonte Piceno. I genitori del ragazzo, che è di Fermo, dopo che il figlio gli ha raccontato l’accaduto hanno chiamato gli avvocati Alessandro Ciarrocchi e Simone Moriconi chiedendo consiglio.

Dopo un rapido confronto, il ragazzo ha deciso di costituirsi e di presentarsi in maniera spontanea per raccontare quanto successo. “Remissivo e collaborativo. Ha riconosciuto l’aggressione di fronte ai carabinieri di Servigliano. L’atto l’ha giustificato con l’ansia di dover avere la pillola per la ragazza” racconta Ciarrocchi. Nella paura post aggressione il 18enne aveva anche lasciato il casco e un braccialetto dentro la farmacia, tanto che i militari erano già a un passo dal riconoscimento.

Il pm Perlini ha delegato le indagini ai carabinieri di Servigliano e quindi è lì che si è presentato con i legali: “Ha riconosciuto i suoi oggetti. Al momento è a piede libero e non c’è ancora il capo d’imputazione”. Il 18enne aveva scelto Belmonte perché vergognandosi aveva raggiunto il luogo più lontano da casa propria.

L’idea della famiglia ora è di avvicinare il farmacista “per far capire che si è trattato della bravata di un ragazzo che era in un momento di forte tensione” conclude l’avvocato Ciarrocchi.

Raffaele Vitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Il ritorno in vita della caretta caretta

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.