09222017Ven
Last updateGio, 21 Set 2017 7pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Habemus questura: il vice questore vicario Soricelli a Fermo per allestire il comando

soricelli primopiano
soricelli cesetti

Luciano Soricelli entrerà in servizio tra pochi giorni. Il vice questore vicario di terni torna a Fermo, dove già era approdato nel 2011, poco dopo la nascita della Provincia.

di Raffaele Vitali

FERMO – Sei anni dopo ci riprova. Con ancora più forza e determinazione, con la certezza che questa volta il Ministero dell’Interno, in accordo con il Dipartimento di Pubblica Sicurezza, vuole davvero allestire la questura a Fermo entro gennaio 2018. Luciano Soricelli entrerà in servizio tra pochi giorni. Il vice questore vicario di terni torna a Fermo, dove già era approdato nel 2011, poco dopo la nascita della Provincia. Storica la firma con l’allora presidente Fabrizio Cesetti (nella foto con ancora Napolitano alle spalle, ndr) in cui stringendosi la mano sorridevano a quello che poi non è mai arrivato: la questura.

L’incarico che gli viene assegnato è proprio questo: traghettare Fermo nel percorso di indipendenza da Ascoli Piceno, dove da luglio non sarà più questore Mario Della Cioppa chiamato a dirigere Foggia. Una notizia attesa da anni per cui il territorio, politico ed economico, si è battuto compatto. Ora starà a Soricelli, pesarese di Gabicce Mare, riuscire nell’impresa. Questura significa più uomini e più servizi. Ma soprattutto, la speranza, più sicurezza con il ritorno anche dei presidi sulla costa che da due anni invece sono venuti meno.

“Il periodo passato a Terni, costituito da brillanti successi operativi, ha senz’altro contribuito alla carriera del primo dirigente della polizia di Stato, che nel proprio percorso professionale ha annoverato molteplici incarichi, partecipando anche ad indagini di contrasto ai reati contro la pubblica amministrazione e sull’estremismo politico” è la nota ufficiale della questura umbra. Felice per il prestigioso incarico, Soricelli ha ringraziato il questore Belfiore e tutti i suoi collaboratori “per il sostegno ricevuto durante il periodo passato a Terni. Sono orgoglioso di ricoprire questo nuovo incarico a Fermo”.

57 anni, sposato con una figlia, ha ricoperto il primo incarico di vice commissario nel 1988. Un lungo curriculum. Prima alla Digos tra Isernia e Benevento, poi dirigente ad Avellino e primo dirigente a Campobasso. Nel 2011 la chiamata che sembrava decisiva: creare la questura di fermo. Ma meno di un’ora dopo era vice questore vicario a Chieti.

Per lui parlano le operazioni compiute contro l’estremismo politico e la repressione di numerosi reati contro la pubblica amministrazione. Spesso in prima linea nella gestione dei grandi eventi. Nel 2011 Cesetti lo accolse così: “Nonostante le difficoltà economiche del momento – ha aggiunto Cesetti – confido che in tempi brevi il Ministero competente possa mettere a disposizione una cifra congrua per garantire la piena operatività degli uffici”. Le scelte furono invece diverse, ora il vento sembra essere cambiato, Soricelli è venuto per portare a termine il lavoro iniziato e ripartire con ancora più slancio sapendo di contare su un uomo di grandi capacità al suo fianco, il commissario Sciamanna e il vice Serroni.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.