11122019Mar
Last updateLun, 11 Nov 2019 3pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Venti cantine, piazza del popolo, i sommelier, Di uva..in vino e 'Finalmente è domenica, Fermo ti aspetta'

diuvainvino

Torna la pigiatura dell’uva nella cornice di piazza del Popolo. E per fare questo scendono in piazza i sommelier e la pro loco di Ortezzano, con la loro festa del vino e i balli popolari di Ortensia. “Divertimento anche per i bambini con le Superteppe di Sarnano”.

FERMO – “Sto mescolando il mosto, possiamo risentirci”. In molti hanno risposto così, prima di fermarsi un attimo a pensare e dire di sì, perché volevano partecipare domenica a Di uva…in vino. Venti cantine della provincia di Fermo chiamate e selezionate dall’Ais. In prima linea Barbara Paglialunga assieme a Stefano Isidori. “Non una sagra di piazza, ma una valorizzazione del prodotto, del vino” sottolinea l’assessore Mauro Torresi. “Finalmente è domenica. Esci, Fermo ti aspetta!” è il nuovo slogan scelto dall’Amministrazione per le iniziative dei prossimi mesi.

Torna la pigiatura dell’uva nella cornice di piazza del Popolo. E per fare questo scendono in piazza i sommelier e la pro loco di Ortezzano, con la loro festa del vino e i balli popolari di Ortensia. “Divertimento anche per i bambini con le Superteppe di Sarnano”.

Secondo anno di questo connubio tra chi il vino lo giudica e chi lo promuove: “E’ cresciuta l’adesione, da 14 a 20 cantine perché queste manifestazioni non sono semplici feste per fare baldoria, ma per far conoscere il Fermano” ribadisce Barbara Paglialunga. Un territorio caratterizzato da grandi e piccole aziende che hanno bisogno dell’attività per avvicinare il cittadino al vino e far conoscere le produzioni di nicchia. “Dai bianchi ai rossi, il grande pubblico ha molte opportunità in questa terra. Per questo – ribadisce l Paglialunga – l’Ais supporta Di Uva…in vino portando un contributo professionale di accompagnamento di conoscenza dei vini”.

Il programma prevede tre degustazioni con aperitivo. La prima alle 11 con la presentazione dell’enologia locale a cura di Stefano Isidori. La seconda alle 17 dedicata ai bianchi del Fermano. La terza, alle 18.30, con i vini rossi. “I sommelier Ais nel banco di assaggio che offrirà i vini offerti dalle cantine, che hanno fornito due vini per cantina”. Bianchi, rossi e bollicine: “Vini di eccellenza, le ho girate tutte le produzioni” ribadisce la Paglialunga.

Ci saranno anche corner di vendita per alcune cantine, altre invece non hanno aderito a questa parte perché “la vendemmia è ancora in corso e non possono fornire personale”. Per chi vorrebbe magari diventare sommelier, partecipare alla degustazione è l’occasione per capire: “Bisogna prenotarsi per degustare i vini con lezione da parte degli esperti. Degustazioni gratuite con la cauzione per il bicchiere”.

Niente novello, perché verrà messo in commercio dal primo di novembre. Ma Pecorino, Passerina, Malvasie, Rosso Piceno e spumanti di produzione di metodo classico. Le cantine in piazza saranno: Viticola Di Ruscio, Maria Pia Castelli, Lumavite, Terra Fageto, Casale Vitali, Rio Maggio, La Pila, La Corte dei Farfensi, Santa Liberata, Le Senate, Fausti, Bastianelli, Vini Firmanum, Conti Maria, Sgaly, Madonna Bruna, Le Vigne di Franca, Ortenzi, Vittorini di Nico Speranza e Villa Geminiani.

Raffaele Vitali 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Sauro Longhi, il rettore della contaminazione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.