11132019Mer
Last updateMer, 13 Nov 2019 7pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

La Regione assume, arriva il personale per la Potes di Sant'Elpidio. Livini: "Entro l'anno 4 primari"

livini licio1

“Volevamo di più – prosegue Livini – ma possiamo ritenerci soddisfatti”. I numeri dicono che a fronte delle 227 cessazioni (66 a tempo indeterminato e 161 a tempo determinato) sono 297 le persone inserite in organico".

di Chiara Morini

FERMO – Il piano occupazionale dell’Asur 4 di Fermo si inserisce nel più ampio progetto di riforma sanitaria regionale e deve rispettare la spending review che ne consegue. Lo spiega il direttore generale dell’Asur 4, Licio Livini, che, dati alla mano, dice che i tagli che interesseranno la “sua azienda” sono circa l’1%. Non è molto il budget, ma con quello che c’è a disposizione, commenta Livini, “dobbiamo comunque operare una revisione dei conti accessori. Si tratta di riorganizzare i relativi fondi adeguandoli all’attuale presenza di personale. Le sforbiciate che faremo però non incideranno sui servizi”. Facendo un esempio, se prima questi fondi erano tarati su cento persone, ed oggi queste sono 90, bisognerà adeguare di conseguenza. Ma non è tutto. Perché Fermo ha scritto ad Ancona chiedendo stabilità per alcuni e manifestando la necessità di avere più personale.

“Volevamo di più – prosegue Livini – ma possiamo ritenerci soddisfatti”. I numeri dicono che a fronte delle 227 cessazioni (66 a tempo indeterminato e 161 a tempo determinato) sono 297 le persone inserite in organico. Tra questi ci sono coloro che, già dipendenti Asur, sono stati stabilizzati. E’ ad esempio il caso di tempi determinati trasformati in indeterminati; per sostituire le prime saranno fatte nuove assunzioni. In totale si registra un aumento di 70 unità a fronte di 8 co.co.co. cessati. Di queste 70 nuove “teste”, 28 saranno destinate all’avvio di nuovi progetti. Una unità andrà a favorire lo smaltimento delle liste di attesa, 15 serviranno per attuare la normativa europea sull’orario di lavoro, 3 andranno a servire il punto Potes di Sant’Elpidio a Mare, 3 saranno impegnati nel trattamento dei disturbi comportamentali e 6 saranno i nuovi primari. Espletati i concorsi per oculistica e malattie infettive, i cui rispettivi responsabili sono già al lavoro, si procederà entro l’anno a selezionare due primari di medicina interna per Fermo ed Amandola, uno di Urologia e uno di Anestesia e rianimazione. A Fermo sono un po’ in ritardo, e la colpa è del terremoto che ha duramente colpito la struttura ospedaliera di Amandola.

“Per la riapertura di reparti come Rsa e Medicina e chirurgia ci vorrà un po’, data l’indagine della procura – spiega Livini – e anche per quanto riguarda le guardie mediche dovremmo provvedere in futuro. Per esempio servono medici a Radiologia e nelle divisioni. Al momento le dobbiamo mandare noi da Fermo, data l’assenza dei reparti”.

redazione@laprovinciadifermo.com 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Sauro Longhi, il rettore della contaminazione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.