Tampona, scappa e poi scoperto confessa: nei guai un papà 45enne di Fermo

polizia web1

A ritrovarlo gli uomini della Polizia di San Benedetto del Tronto. Che non fosse un vero pirata, ma più una persona impaurita, lo dicevano già le prime testimonianze, visto che l’uomo in auto era con i familiari, moglie e due figli.

PORTO SAN GIORGIO – Tampona e scappa. Il motivo? Non aveva ancora convertito la sua patente albanese in quella italiana e ha avuto paura.

Ma l’uomo era stato visto dalla donna tamponata, una 39enne portata al pronto soccorso per il colpo di frusta ricevuto. E così, i poliziotti son risaliti con facilità al pirata che all’incrocio tra la Statale 16 e via Milano, uno di quelli dove da inizio estate il Comune di Porto San Giorgio ha installato le telecamere T-red, è scappato senza prestare soccorso alla vittima.

A ritrovarlo gli uomini della Polizia di San Benedetto del Tronto. Che non fosse un vero pirata, ma più una persona impaurita, lo dicevano già le prime testimonianze, visto che l’uomo in auto era con i familiari, moglie e due figli. Una volta raggiunto, il 45enne residente a Fermo ha subito ammesso il fatto ed è stato denunciato per fuga e omissione di soccorso.