Emmanuel ucciso. Custodia cautelare in carcere: il gip Caporale non rimette in libertà Amedeo Mancini

sindacokyenge

Poche ore prima la decisione dell’europarlamentare Kyenge di costituirsi parte civile nel processo.

FERMO – Amedeo Mancini, l’uomo accusato di avere ucciso Emmanuel Chidi,  resta in carcere. Il gip di Fermo Marcello Caporale non ha convalidato il fermo, ma dopo essersi preso un paio d’ore per decidere, ha disposto la custodia cautelare in carcere per il rischio di reiterazione del reato.

Poche ore prima la decisione dell’europarlamentare Kyenge di costituirsi parte civile nel processo: “Perché è una questione di dignità della persona. Quindi bisogna non sottovalutare i segnali e far capire l'importanza e le diverse responsabilità che da una parte sono responsabilità politiche, dall'altra parte sono responsabilità anche culturali. Mi costituirò - ha precisato - come persona che porta avanti la lotta con un gruppo di realtà, di associazioni sulla lotta contro il razzismo”.