10212019Lun
Last updateLun, 21 Ott 2019 7am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Sanità Fermana, Ceriscioli: Liste d'attesa, rispondiamo in tempo nel 98% dei casi

BonusMalusAV4 02

Il direttore Livini: "In tre mesi si sono azzerate le lamentele dei marchigiani".

FERMO -  Per l'azzeramento delle liste di attesa, diminuiscono i tempi e aumentano le prestazioni anche nell'Area vasta 4. I dati sono stati resi noti ieri pomeriggio nel corso di una conferenza stampa presso l'Area Vasta 4 di Fermo dal presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli che si è detto particolarmente soddisfatto dei risultati ottenuti nel fermano. Ad agosto, infatti, la percentuale di prestazioni brevi (entro 10 giorni) soddisfatte ha segnato il 98,4%, mentre le prestazioni differibili (30 giorni visite, 60 giorni esami) il 98,3%. A questi dati vanno aggiunti l'aumento della produzione, calcolate tra il primo giugno e il 31 agosto, con le prestazioni erogate per i codici 'B' e 'D' sono state 7.525, 591 in piu' rispetto alle 6.934 del 2018 e 228 in piu' rispetto alle 7.297 prestazioni del 2017. Un risultato, secondo il governatore, frutto anche dell'applicazione della delibera sul bonus/malus. "A due mesi dall'inizio della applicazione del 'bonus' con un sistema di monitoraggio domanda offerta unico in Italia, abbiamo i primi dati che sono ottimi-  ha detto Ceriscioli-. Per quanto riguarda le prestazioni brevi e le differite siamo a oltre il 98% di soddisfazione, dato molto significativo rispetto al passato. Le prestazioni erogate ai cittadini sono cresciute e grazie al sistema che abbiamo messo in piedi non solo possiamo migliorare quello che abbiamo, ma già stiamo lavorando per traguardi futuri. Per il prossimo anno vogliamo dare una risposta al cittadino erogando la prestazione sanitaria nella Area vasta di appartenenza". Ancora sono aumentati i posti disponibili per erogare prestazioni (slot) che tra strutture pubbliche e private convenzionate sono cresciuti nel fermano dai 16.442 del 2018 ai 18.686 del 2109: 2.244 i posti in più in un anno. Per quanto riguarda il malus invece dal 30 agosto al 14 settembre sono state 115 le persone che non si sono presentate per ricevere la prestazione prenotata e di queste 51 avevano risposto si' al recall. "Il bonus- ha concluso Ceriscioli- prevede che, se la sanita' pubblica non e' in grado di dare la prestazione, il cittadino viene inserito in una lista di garanzia e richiamato in tempo utile per accedere al servizio. È in questo caso che il sistema sanitario regionale provvede a trovare gli spazi opportuni". Soddisfatto il direttore generale dell'Area Vasta 4 Licio Livini che ha evidenziato come il "dato sia frutto del coinvolgimento dei prescrittori delle prestazioni sanitarie ovvero i medici di medicina generale, di chi effettua la prestazione, quali le strutture sanitarie e dei cittadini. Altro dato rilevante che in questi tre mesi non abbiamo avuto proteste o critiche da parte dei cittadini sui tempi di attesa. In sostanza, si sono 'azzerate' le lamentele dei marchigiani".

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

L'Europa finanzia un centro ricerche sui Sibillini

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.