07222019Lun
Last updateLun, 22 Lug 2019 6am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

La questura di Fermo fa festa: arresti, denunce, encomi e controllo del territorio

 FZ 2437

Il prefetto Filippi al fianco del questore Soricelli: “La Polizia c’è e cresce come il suo impegno”.

FERMO – La prima festa della Polizia (compie 167 anni) del prefetto di Fermo Vincenza Filippi è nel segno dei numeri. Quelli che il questore Luciano Soricelli snocciola con orgoglio, perché frutto di una incessante attività del suo personale. Nove mesi di vita per la questura fermana, nata il 17 luglio 2018: “Non è solo una questione di nome, diventare questura – spiega Soricelli – ha significato nuovi servizi, compiti, responsabilità”. I numeri son importanti, cominciando dalla sezione Volanti: 8500 persone controllate, 4mila automezzi, sei arresti, 111 denunce. Importante la lotto al traffico di sostanze stupefacenti: 10 persone arrestate, 13 chili di marijuana e 1,5 chili di cocaina sequestrati.

Poi ci sono la divisione anticrimine e quella amministrativa che si sono mosse tra daspo, espulsioni, passaporti, ben 3018, porto d’armi e domande di permessi di soggiorno, 5691 quelle esaminate. Infine la stradale che ha elevato 4mila contravvenzioni. “Numeri che dicono che noi ci siamo, che il nostro impegno è massimo verso ogni aspetto della criminalità, con ogni uomo”: a costo anche della ita. E il questore ha qui ricordato Giovanni Ripani, agente di Altidona.

Una festa no sarebbe tale senza dei premi. E il questore ne ha consegnati, assieme al prefetto, diversi. Un encomio solenne al sovrintendente Loris Pompei, che a Fano ha arrestato 5 persone e recuperato chili di cocaina. Il vicequestore Ciro De Luca per aver recuperato 6,5 chili di cocaina. Lode per il vice questore Francesco Costantini, che ha saputo arrestare un omicida e ha agevolato l’arresto di un rapinatore di donne anziane. E poi lodi per il vicequestore Filippo Stragapede e il vice soprintendente Marco Dellicompagni, che ha saputo fermare una dona che guidava contromano e ubriaca. Altri encomi a Filippo Vittori, Daniele Leoni e Fabio Bruni.

Dopo i messaggi del ministro dell’interno e del capo della Polizia, premiate anche due scuole che hanno preso parte al concorso ‘Pretendiamo legalità’. A vincere una classe terza del liceo scientifico nella categoria cine-tv con un cortometraggio e una prima dell’Itet Carducci Galilei, per la sezione grafica con un fumetto. 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.