04252019Gio
Last updateMer, 24 Apr 2019 8pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Barba e capelli dietro le sbarre: un diploma per dare un futuro a cinque nuovi barbieri

corso parrucchieri

La speranza è di poter spendere il diploma preso fuori da quelle mura. “Abbiamo appreso un'arte vera e propria, imparando tra l'altro a leggere le etichette dei prodotti".

FERMO – Barba e capelli, ma dietro le sbarre. Hanno scoperto un talento naturale e una grande voglia di imparare a tagliare i capelli cinque detenuti nella casa di reclusione di Fermo che hanno seguito un corso per acconciatori, tenuto da due maestri d'eccezione. Roberto Acquaroli e Emmanuel Vecchioli sono passati da parrucchieri ufficiali al Festival di Sanremo al carcere di Fermo. Hanno donato la loro arte e la loro professionalità per trasmettere gli elementi di base a chi voleva conquistare un diploma da acconciatore nel carcere di Fermo. “Abbiamo avuto un contatto con l'ufficio del Garante dei detenuti delle Marche, Andrea Nobili - spiegano i docenti - siamo stati così indirizzati alla direttrice della casa di reclusione di Fermo, Eleonora Consoli e all'educatore Nicola Arbusti che in poco tempo hanno fatto organizzare del corso, grazie al sostegno della Fondazione Caritas in Veritate. Per noi è stata un'esperienza straordinaria”.

La speranza è di poter spendere il diploma preso fuori da quelle mura. “Abbiamo appreso un'arte vera e propria, imparando tra l'altro a leggere le etichette dei prodotti per capire le sostanze naturali e quelle da evitare, seguendo anche lezioni teoriche dedicate alla pelle e ai capelli” raccontano i protagonisti.

Hanno capito come fare un taglio alla moda, ma anche come prendersi cura delle barbe, si sono esercitati sugli altri detenuti che avevano necessità di tagliarsi i capelli, sono diventati i barbieri ufficiali del carcere.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Ponte di Rubbianello: cinque anni di nulla dopo il crollo

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.