09242018Lun
Last updateLun, 24 Set 2018 7pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Più assunti e meno mobilità passiva: ecco la sanità di Ceriscioli. 'Esami si prenoteranno in farmacia'

ceriscioli luca fermo

Tra le varie voci della mobilità, evidenzia quella relativa alla riduzione dei viaggi per ricoveri ordinari e in day hospital: la Regione passa da una spesa di 127,3 milioni (2016) ad una di 124,3 milioni (2017) con una differenza di 3 milioni di euro.

FERMO – C’è chi guarda ai mancati pagamenti alle Croci, chi guarda ai servizi affidati alle cooperative, ma poi arriva Luca Ceriscioli, presidente della regione Marche e assessore alla sanità, e sotterra tutte le critiche con valanghe di numeri positivi.

Milleduecento operatori sanitari assunti, 200 milioni di investimenti tecnologici in corso ed un calo della mobilità passiva con un saldo positivo di 8,8 milioni di euro. Dal 2015 al 2017, grazie ad una forte e incisiva azione della giunta, la sanità è cambiata, si è invertita la rotta e i numeri dimostrano che i marchigiani tornano ad avere fiducia nelle strutture marchigiane. “L'intenzione – spiega Ceriscioli - è continuare su questa strada per dare ai marchigiani sempre più' servizi di qualità”.

Tra le varie voci della mobilità, evidenzia quella relativa alla riduzione dei viaggi per ricoveri ordinari e in day hospital: la Regione passa da una spesa di 127,3 milioni (2016) ad una di 124,3 milioni (2017) con una differenza di 3 milioni di euro. Il saldo, tra mobilità passiva e attiva nei due anni passa da 46,6 a 33 milioni con un risparmio di 13,5 milioni di euro. “Le assunzioni fatte e gli investimenti tecnologici si sono tradotti in una diminuzione della mobilità passiva. Continueremo quindi ancora con le assunzioni perché c’è una coda anche quest'anno. L'investimento fatto in tecnologie- conclude- è molto significativo e possiamo contare su nuovi strumenti che ci daranno risultati sempre migliori. L'impegno continua convinto anche sulle liste d'attesa. I cittadini, utilizzando le tecnologie a diposizione, potranno fare la prenotazione direttamente on line. Per chi ha meno dimestichezza con internet invece, si sta costruendo una collaborazione molto importante con le farmacie al fine di avere le prestazioni come alla cassa dell'ospedale. Un modo per utilizzare al meglio un luogo già molto frequentato dalle persone e diffuso capillarmente sul territorio”.

@raffaelevitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.