07212018Sab
Last updateSab, 21 Lug 2018 6pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Affettività e sessualità, come parlarne ai nostri figli

dire fare baciare

Da lunedì 14 maggio iniizia il corso organizzato da "L'Albero della Sibilla" Onlus ed il Csv Marche. Tre appuntamenti, condotti dalla Dott.ssa Eleonora Leoni, psicologa dell'età evolutiva ed esperta di educazione sessuale.

PORTO SANT'ELPIDIO - "Dire, fare, baciare: come parliamo di affettività e sessualità ai nostri figli" è il titolo del corso di formazione per genitori ed educatori organizzato dall'associazione l'Albero della Sibilla Onlus, con il sostegno e la collaborazione del Centro Servizi per il Volontariato. Tre appuntamenti, condotti dalla Dott.ssa Eleonora Leoni, psicologa dell'età evolutiva ed esperta di educazione sessuale, che "è educazione di tutta la persona", spiega, "poiché "interessa tutte le componenti affettive, emotive, fisiche e relazionali". E la prima agenzia educativa che ha il compito di occuparsi di questa educazione deve essere la famiglia: "Ciò che diciamo o non diciamo ai nostri figli intorno alla sessualità rappresenta l'impalcatura su cui essi stessi costruiranno il loro sapere, saper fare e saper essere relativi a questa dimensione".
Gli incontri si terranno alla Croce Verde di Porto Sant'Elpidio il 14, 21 e 28 maggio, dalle ore 20.30 e avranno come finalità proprio quella di stimolare nei genitori una riflessione sui vari livelli coinvolti perché possano comprendere l'importanza di avere chiaro in mente un progetto educativo per i propri figli, in cui educazione emotiva, affettiva e sessuale possano procedere di pari passo. E nell'epoca di internet e degli smartphone questo si rivela più che mai necessario, "poiché contenuti, suggestioni e immagini di una sessualità spesso trasgressiva e comunque connotata come una sessualità da grandi – prosegue Eleonora Leoni - entrano molto presto nella vita dei nostri figli". Pericoloso lasciare il bambino a se stesso "in balia della propria confusione, nel momento in cui viene a contatto, anche tramite i media, con immagini e contenuti che evocano la sessualità", dal momento che "non è in grado di riconoscere e vivere serenamente le sensazioni e le emozioni che nascono dentro di lui". Da qui il ruolo insostituibile del genitore, che "può fungere da contenitore in cui accogliere tutti questi contenuti e, insieme al proprio figlio, ridefinirli e costruire significati". Educazione all'affettività e alla sessualità è anche educazione all'intimità, all'amore, al rispetto del proprio corpo e di quello altrui. "La sessualità – conclude la dott.ssa Leoni - è un dono che ciascuno riceve nell'essere femmina o maschio e durerà per tutta la vita; quindi educare alla sessualità è educare alla vita, nel massimo dei suoi aspetti fisici, emotivi, affettivi e relazionali".
La prenotazione al corso è obbligatoria, per iscriversi:  info@alberodellasibilla.it, 393.5886747.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.