05232018Mer
Last updateMer, 23 Mag 2018 6am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

Iscriviti al nostro canale Youtube

"Ore 3.36": un libro del Gus per raccontare 500mila euro di interventi post sisma

Ore 336 Sirolli Bernabucci Bellabarba

“Nasce dai racconti e dalle foto degli operatori e delle operatrici del terremoto, e testimonia i momenti di convivenza e di condivisione degli stessi operatori con le famiglie colpite” spiega Letizia Bellabarba.

FERMO – Nella memoria degli operatori, ragazze e ragazzi del Gus, resterà l’abbraccio con chi ha perso tutto in un attimo, il volto di chi ha pianto una notte intera le famiglie scomparse e schiacciate dalle macerie, e poi il freddo, la neve, il gelo e i pascoli all’addiaccio, fino ai timidi segnali di rinascita.

Nella memoria di chi alle ‘Ore 3.36’ ha perso tutto, invece, interventi per 500mila euro realizzati grazie alle donazioni ricevute dal Gruppo Umana Solidarietà per dare una risposta immediata nel dopo sisma. L’orario del terremoto è diventato il titolo di una pubblicazione che riassume l’intenso anno di attività iniziato il 24 agosto 2016. “Nasce dai racconti e dalle foto degli operatori e delle operatrici del terremoto, e testimonia i momenti di convivenza e di condivisione degli stessi operatori con le famiglie colpite” spiega Letizia Bellabarba, coordinatrice Gus Emergenza Terremoto Piceno.

In campo operatori, volontari, esperti. “Con ‘Ore 3.36’ vogliamo ringraziare tutti gli operatori che hanno lavorato per la popolazione colpita dal terremoto. E al contempo vogliamo raccontare cosa siamo riusciti a fare con i fondi raccolti” aggiunge Paolo Bernabucci, presidente del Gus. Donazioni finalizzate sia al sostegno degli allevatori attraverso la donazione di moduli per uso produttivo, cisterne, stufe, frigoriferi, sia finanziando la ripresa delle attività sociali attraverso l’acquisto di libri, apparecchiature informatiche e multimediali per le scuole, sostegno psicologico e acquisto di beni di prima necessità. “Attività eterogenee che grazie agli operatori dei centri di ascolto sono riuscite a dare un ulteriore e necessario aiuto, indispensabile per la ripresa delle attività produttive e per fronteggiare l’emergenza abitativa e scolastica” ribadiscono ringraziando i compagni di viaggio: Fondazione La Stampa, Oxfam Italia, Fondazione De Agostini, Dea Capital, Top Digital, Vulcangas, Associazione Luca Casto, World Vision e le donazioni di tanti cittadini.

@raffaelevitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.