09212018Ven
Last updateVen, 21 Set 2018 7am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Fermo, Servigliano, Falerone e P.S.Elpidio: la Regione compra 33 appartamenti per i terremotati

arquatavigili

L’ordinanza del capo della Protezione civile pensa anche agli animali. “Per favorire la continuità delle attività agricole e zootecniche si autorizzano le Regioni e i Comuni interessati dagli eventi sismici a stipulare contratti di locazione o di comodato di immobili da destinare a questi usi".

FERMO – Servigliano, Falerone, Fermo e Porto Sant’Elpidio, ecco i quattro comuni fortunati scelti dalla Regione Marche in cui verranno comperati degli appartamenti sfitti da assegnare a persone sfollate a causa del terremoto del 2016.

Il capo del Dipartimento della Protezione civile, Angelo Borrelli, ha firmato l'ordinanza 510 che autorizza l'acquisto di 356 appartamenti invenduti nelle Marche per 56 milioni di euro. “Gli appartamenti, una volta terminata la fase della ricostruzione, resteranno ai Comuni come patrimonio di edilizia residenziale pubblica a favore dei nuclei meno abbienti.  Questa soluzione consente anche un minor consumo del suolo (tranne a Tolentino che è stata autorizzata a costruire nuove palazzine al posto delle Sae, ndr) e la riduzione delle aree da destinare ad insediamenti temporanei” spiega la regione Marche. Entrando in uno degli appartamenti, ovviamente la famiglia interessata perderà il contributo di autonoma sistemazione. Entrando nel merito del Fermano, sono sette gli appartamenti che la Regione acquista a Servigliano per un valore di 705mila euro, 22 (principalmente nell'area Vallesi)  a Fermo per 2milioni e 900mila euro, uno a Falerone per 150mila euro e infine tre a Porto Sant’Elpidio per 477mila.

L’ordinanza del capo della Protezione civile pensa anche agli animali. “Per favorire la continuità delle attività agricole e zootecniche si autorizzano le Regioni e i Comuni interessati dagli eventi sismici a stipulare contratti di locazione o di comodato di immobili da destinare a questi usi e a procedere agli eventuali necessari adeguamenti funzionali, qualora tali soluzioni risultino economicamente più vantaggiose rispetto all'acquisizione dei moduli”. Fuori dal Fermano, questi i comuni interessati principalmente agli acquisti: Camerino (19 alloggi per 2,2 milioni di euro), Castel di Lama (15 alloggi per 2 milioni), Castelraimondo (18 alloggi per 2,8 milioni), Comunanza (12 alloggi per 2 milioni), Corridonia (15 alloggi per 2,3 milioni), Fabriano (29 alloggi per 3,9 milioni), Macerata (11 alloggi per 1,8 milioni), Sarnano (28 alloggi per 3,7 milioni), Tolentino (23 alloggi per 3,3 milioni), Treia (26 alloggi per 4 milioni). L'ordinanza autorizza anche il Comune di Tolentino a realizzare strutture abitative di nuova costruzione, al posto delle Sae, qualora tale soluzione risulti economicamente piu' vantaggiose rispetto all'acquisto delle casette.

r.vit.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.