05242018Gio
Last updateGio, 24 Mag 2018 11am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

Iscriviti al nostro canale Youtube

Ragazza uccisa, abiti sporchi di sangue nella casa dell'uomo fermato. Si cercano possibili complici

borseris

Boldrini: "Purtroppo c’è chi, come Salvini, invece di rispettare il dolore che provoca una notizia del genere coglie l'occasione per diffondere odio e pensa a lucrare voti con un cinico sciacallaggio”.

POLLENZA - “Al momento ci sono elementi per il fermo di una sola persona (il nigeriano Innocent Oseghale, ndr) ma non escludiamo che possano emergere spunti di indagine sull'eventuale coinvolgimento di altre persone”. Il comandante provinciale dei carabinieri di Macerata Michele Roberti non ha dubbi: “Le indagini non sono finite”. Ma intanto, grazie alle telecamere di videosorveglianza, gli inquirenti hanno ricostruito gli spostamenti di Pamela Mastropietro, la 18enne romana scomparsa il 29 gennaio e ritrovata cadavere e smembrata in due trolley buttato in un fossato nei pressi di Pollenza.

La ragazza era ancora in vita nelle giornate del 29 e del 30 mattina. Le sue tracce si sono perse nella tarda mattinata del 30 gennaio in via Spalato a Macerata, all'altezza del civico 124 di via Spalato. Poi anche grazie a prove testimoniali e immagini video, è stato individuato Innocent Oseghale, il 29enne nigeriano dichiarato in stato di fermo, come l'ultima persona che aveva avuto contatti con lei in vita. A casa del nigeriano i carabinieri hanno trovato i vestiti della vittima ancora sporchi di sangue. E anche per questo poche ore fa sé tornata la squadra del Ris per esaminare ogni traccia ematica individuata. Il giovane ha negato e ha fatto il nome di altre persone, su cui gli inquirenti

Con le indagini aperte, è scoppiata la polemica politica. “Non si tratta di essere xenofobi, ma insieme a brave persone arriva una quantità inaccettabile di potenziali criminali. L'immigrazione deve essere filtrata e contingentata. Ormai intere aree della nostra Italia sono dominate da personaggi di questo tipo, provenienti dall'Africa, dall'Asia o dall'Europa dell'Est. Lo Stato li accoglie e li paga pure - insiste -, mentre non dà i soldi per sopravvivere agli italiani poveri o in disagio lavorativo” commenta Carlo Ciccioli di Fratelli d’Italia. “La sinistra ha le mani sporche di sangue” ha aggiunto Salvini attaccando direttamente la presidente della camera, Laura Boldrini. Che non si è fatta attendere: “È troppo forte il dolore per la morte di Pamela, una ragazza di 18 anni uccisa e mutilata dal suo aguzzino. Sono vicina alla famiglia che in queste ore sta vivendo un dramma inimmaginabile. Risulta che il responsabile sia uno spacciatore nigeriano, questo criminale dovrà pagare caro il suo infame gesto. Purtroppo c’è chi, come Salvini, invece di rispettare il dolore che provoca una notizia del genere coglie l'occasione per diffondere odio e pensa a lucrare voti con un cinico sciacallaggio”. Sulla stessa linea Lara Ricciatti, deputata di LeU: Salvini ha perso un’occasione per tacere e rispettare il dolore di una famiglia distrutta”.

In mezzo a loro c’è la madre di Pamela, Alessandra Verni, che ha dovuto riconoscere il corpo dilaniato della figlia e sfogarsi su Facebook: “Spero e prego che giustizia sia fatta!..quello che le hanno fatto è indescrivibile e così crudele che spero di vederli soffrire lentamente fino alla morte!..ti amo”.

 @raffaelevitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.