11212017Mar
Last updateMar, 21 Nov 2017 7am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

L'università sconfigge il sisma: boom di studenti per Camerino. "No tasse e lezioni online"

Pettinari

Starà a Pettinari, che di Camerino è figlio, fare ancora a meglio nel suo mandato che scadrà nel 2023: “L'Università di Camerino - ha detto Pettinari - deve continuare a svolgere con forza quel ruolo propulsivo al servizio dello sviluppo culturale ed economico delle comunità che ad essa si rivolgono".

CAMERINO – Insomma, non tutto va male in questo post sisma che un anno dopo lascia le macerie al loro posto, tranne quelle sulle strade, e la ricostruzione sulla carta, nonostante la pioggia di milioni, diventati miliardi, per tirare su nuovi palazzi. Chi ha saputo reagire, utilizzando le scelte politiche del Governo, è l’università di Camerino. Raddoppiati gli iscritti che da oggi hanno un nuovo rettore, Claudio Pettinari. Le matricole sono 1323, un anno fa erano 773. “UN risultato inimmaginabile” commenta l’ex rettore Flavio Corradini, l’uomo che ha saputo rendere lo slogan #ilfuturononcrolla una certezza.

Merito del lavoro dell’Università, abile a promuoversi, ma anche delle misure adottate: sospensione del pagamento delle tasse universitarie e lezioni in streaming per tutti gli studenti. Una scelta che ha convinto molti neo diplomati a scegliere l’Unicam. E se crescono gli studenti, crescono i posti in cui stare. Sono in arrivo tre nuovi campus, frutto di donazioni da parte di Croce Rossa ed Euregio.

Starà a Pettinari, che di Camerino è figlio, fare ancora a meglio nel suo mandato che scadrà nel 2023: “L'Università di Camerino - ha detto Pettinari - deve continuare a svolgere con forza quel ruolo propulsivo al servizio dello sviluppo culturale ed economico delle comunità che ad essa si rivolgono. Per questo ho scelto nel programma rettorale alcuni punti cardine su cui concentrare tutte le nostre energie e le nostre attività, per riuscire ad affrontare al meglio le sfide del futuro: la ricerca, per anticiparle; il trasferimento tecnologico, per realizzarle; la didattica, per formare chi le affronterà; la terza missione, per esserne consapevoli; l'internazionalizzazione, per vincerle; organizzazione, monitoraggio e valutazione per essere rigorosi; trasparenza e pari opportunità per approcciarle correttamente; territorio, per affrontarle insieme; ricostruzione e sviluppo perché ci sia un futuro; gli studenti: la nostra sfida più grande, il loro futuro”.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.