04282017Ven
Last updateVen, 28 Apr 2017 6am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Un documento mai firmato ferma la corsa di Filippide. L'Asur: "Niente risorse, serve un nuovo progetto"

filippiderun

L’autismo è un mondo che l’Asur segue e supporta nei primi 18 anni di vita, con una presa in carico dei soggetti a livello ambulatoriale e attraverso le strutture convenzionate, come il Mancinelli di Montelparo o la cittadella del Sole.

FERMO – I ragazzi vogliono correre, ma servono supporti e risorse. È il mondo di Filippide di cui Rosanna Vittori è una delle battagliere leader. Da lei, via radio, il grido di allarme: “L’Asur ci dia i fondi che servono, come promesso anni fa”. Ma l’Asur, incassata la critica, ribatte e chiude la questione.

Si parte da un protocollo firmato davanti ai fotografi, ma mai reso reale con una convenzione e una determina. Si parla di diecimila euro promessi, a parole, dall’allora presidente della provincia Cesetti e direttore dell’Asur Carelli. “La bontà del progetto nessuno l’ha mai messa in discussione, ma da qui al contributo la questione cambia”. Licio Livini non ha mai visto sul suo tavolo una determina e lo stesso protocollo era mancante di firme. “Ho incontrato più volte l’associazione, spiegando cosa servisse per entrare in un percorso di contributi”.

L’autismo è un mondo che l’Asur segue e supporta nei primi 18 anni di vita, con una presa in carico dei soggetti a livello ambulatoriale e attraverso le strutture convenzionate, come il Mancinelli di Montelparo o la cittadella del Sole. “Filippide è una associazione che si impegna e l’accordo mai in realtà formalizzato parlava di educatori, psicologi e quant’altro a cui aggiungere un contributo di diecimila euro. Ma i soldi non escono dalle casse senza motivazioni”.

Nel primo incontro Livini spiegò una possibilità di azione per raggiungere fondi: “Dovevano presentare un progetto, che unisse il sociale al sanitario. Ma non è mai stato fatto”. Nega di essere lui il problema: “Sono tante le associazioni che hanno bisogno e nel caso di Filippide è ancora più complesso avallare la richiesta, essendo un percorso sportivo. La strada migliore è passare per il servizio salute e sociale della regione Marche che deve accreditare l’attività”. A quel punto con Ambito e Comuni, i fondi si potranno trovare.

Raffaele Vitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Fermana, invasione di gioia in sala stampa

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.