07252017Mar
Last updateLun, 24 Lug 2017 7pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Dopo Loira, ecco Matteo Ricci: "Ordinanza anti accattoni, ma io multerei chi dà l'obolo"

riccipd

Una scelta che fa discutere, ma che per il sindaco ha una chiara finalità: “Vogliamo migliorare la città e renderla più attrattiva: il tema del degrado sta dentro questa impostazione. Ne ho parlato con il Prefetto".

PESARO – Lo sceriffo che non ti aspetti. Perché per tanti questa è “una ordinanza di destra”. Ma per molti è “l’ordinanza che ci ridà un po’ di tranquillità”. Al centro della discussione c’è Matteo ricci, primo cittadino di Pesaro, volto di punta del Pd anche a livello nazionale. Un anno dopo, riparte dallo stesso punto: ordinanza anti-accattonaggio invasivo e anti-abusivismo. Anche se, fosse per lui, farebbe di più: “Penso che il fenomeno si risolverà solo quando si multerà anche chi dà l'obolo all'abusivo".

Una scelta che fa discutere, ma che per il sindaco ha una chiara finalità: “Vogliamo migliorare la città e renderla più attrattiva: il tema del degrado sta dentro questa impostazione. Ne ho parlato con il Prefetto: sono per confermare l'ordinanza, magari tramutandola in un regolamento per renderla stabile. Sappiamo che non risolve il problema ma di certo lo attutisce. E in ogni caso dobbiamo dare uno strumento ai vigili, alla Polizia e ai Carabinieri per intervenire. Se non avessimo fatto l'ordinanza, l'intensità del fenomeno sarebbe stata sicuramente più grande rispetto all'attualità".

Ma cosa prevede? “Il divieto di porre in essere forme di accattonaggio molesto invasivo, di avvicinarsi ai veicoli in circolazione al fine di offrire merci o servizi e di porre in essere comportamenti finalizzati a chiedere a chiunque si trovi in parcheggi pubblici denaro, rendendosi disponibile a portare o scaricare merci, pacchi o borse e individuando posteggi liberi”. Come detto, non basta: “Sono tra i sindaci che multerebbero chi dà al mendicante, ma questo cambiamento appartiene a dinamiche nazionali e non è nelle nostre mani".

Anche nel Fermano ci sono stati sindaci che con una ordinanza provarono a bloccare l’avanzata di lavavetri e aggressivi mendicanti. Chissà che ora non torni di moda partendo proprio da chi l’aveva provata per primo, agosto 2014, ovvero Nicola Loira a Porto San Giorgio. Ordinanza poi non rinnovata per l'opposizione interna della sua ala sinsitra di maggioranza.

Raffaele Vitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Il ritorno in vita della caretta caretta

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.