Incendi boschivi, task force dei vigili del fuoco: 40 uomini in azione tra Ascoli e Pesaro

incendio vigili del fuoco

Ai cittadini viene chiesto di evitare comportamenti rischiosi e dare immediata segnalazione di ogni principio di incendio alla Soup regionale o ai vigili del fuoco.

FERMO – Se piove, come oggi, il problema non si pone. Ma il rischio incendi è sempre alto, soprattutto in una regione con ampie zone agricole e boschive come le Marche. E così, la direzione regionale dei vigili del fuoco, grazie a una convenzione stipulata con la Regione, mette a disposizione fino al 31 agosto i propri uomini e mezzi per la lotta agli incendi boschivi.

Un contingente straordinario di 40 unità suddivise in 8 squadre, due ciascuna per i Comandi di Ancona, Pesaro Urbino, Macerata e Ascoli Piceno, sarà dislocato sul territorio con 16 automezzi attrezzati, in aggiunta ai colleghi delle normali turnazioni. “L'impegno dei vigili del fuoco, oltre al prezioso contributo del volontariato di protezione civile, risulta di fondamentale importanza nello scenario delle forze in campo per la lotta contro gli incendi boschivi, tenuto conto che da quest'anno il Corpo forestale non svolge più questa attività con forze terrestri, dedicandosi al coordinamento delle operazioni”.

 Ai cittadini viene chiesto di evitare comportamenti rischiosi e dare immediata segnalazione di ogni principio di incendio alla Soup regionale o ai vigili del fuoco.