07242019Mer
Last updateMar, 23 Lug 2019 3pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Pochi figli, molti morti e tanti residenti in fuga all'estero: ecco le Marche

culle vuote

Secondo i dati elaborati dalla Cgil si muore quasi il doppio di quanto si nasce: 10.171 bambini nel 2018, minimo storico, contro 17175 morti.

FERMO – La foto che raffigura culle vuote è l’immagine reale delle Marche. In dieci anni la popolazione della regione è diminuita di 40mila unità. Entrando nel merito dei dati, ce ne è un altro preoccupante: anche gli stranieri nelle Marche hanno smesso di fare figli.

“La denatalità cresce a ritmi preoccupanti” sottolinea la Cgil Marche che ha rielaborato i dati dell’Istat. Si muore quasi il doppio di quanto si nasce: 10.171 bambini nel 2018, minimo storico, contro 17175 morti. Rispetto al 2017 sono nati 498 bambini in meno (-4,7%) mentre, nell’ultimo quinquennio, sono diminuiti di 2.462 unità (-19,5%), un trend che fa delle Marche una delle peggiori regioni visto che la media italiana è del -14,5% e quella del centro Italia del -18,4%.

Non nascono i figli di italiani, -18% dal 2013, non nascono da stranieri, -2,4 rispetto a un anno fa. Per di più, cala anche la fecondità: “Nel 2017 il numero medio di figli per donna nelle Marche scende a 1,25. Valori particolarmente preoccupanti se si considera che una popolazione, senza movimenti migratori, per rimanere costante nel tempo dovrebbe avere mediamente 2,2 figli per coppia”.

A questo si aggiunge un altro dato allarmante: i cittadini che lasciano le Marche per andare all’estero. Sono stati ben 4.994 nel 2018 (+6,4%). E si parla solo di chi ha cambiato la residenza, quindi una minima parte rispetto a chi se ne va davvero. “Negli ultimi 5 anni, coloro che hanno lasciato le Marche per l’estero sono stati complessivamente 23.026: un numero impressionante soprattutto se si considera che tra di loro ci sono tantissimi giovani, soprattutto laureati, in cerca di migliori prospettive di lavoro e di vita” ribadisce la Cgil.

A fine 2018, la popolazione marchigiana complessiva ammonta a 1.525.271 abitanti, ovvero 6.482 in meno rispetto all’anno precedente e 27.867 in meno rispetto al 2013: quindi è come se in un anno fosse sparito un comune come Pollenza o Pergola e, in un quinquennio, una città più grande di Falconara Marittima o Porto S. Elpidio.

“Tutto ciò – conclude la segretaria Barbaresi - rende sempre più evidente la necessità di affrontare il tema della denatalità con misure strutturali a sostegno della maternità e paternità, a partire da un’adeguata rete di servizi per l’infanzia, che superino l’inefficace politica dei bonus. Chiaramente mantenendo politiche attive per gli anziani che vanno verso la non autosufficienza”.

r.vit.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.