04252019Gio
Last updateMer, 24 Apr 2019 8pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Tragedia di Corinaldo, parla Sfera Ebbasta: 'Sapere che quelle persone erano lì per me, non mi dà pace'

Sfera Ebbasta

Il trapper: Porterò per sempre nel cuore e sulla mia pelle il ricordo di queste persone. Ci tengo a ringraziare famiglia, amici e fan che mi sono stati vicini.

CORINALDO – Attendevano lui tutti i ragazzini che riempivano la discoteca di Corinaldo. Ma il trapper Sfera Ebbasta non era mai arrivato, fermato in autostrada dalla terribile notizia. Sei morti decine di feriti, per fortuna tutti usciti dall’ospedale. E oggi torna a parlare: “Sono stati giorni di silenzio e riflessione, anche per me. Non è facile trovare le parole giuste, non esistono parole giuste per descrivere il dolore che questa tragedia ha creato. Tutto quello che è successo mi ha stravolto, sapere che tutte quelle persone erano lì per me, per divertirsi insieme a me, non mi dà pace”.

Mostra il suo lato sensibile, quello che va oltre le immagini condivise sui social e pubblicate sui quotidiani, che va oltre le parole contestate di alcune sue canzoni: “In questi giorni ne ho sentite di ogni, anche contro di me, ma non è mia intenzione esprimermi sulle cattiverie che ho dovuto ascoltare, si commentano da sole - scrive il rapper su Instagram -. Tutto ciò che ho provato e che provo, tutto quello che sto facendo e che ho in mente di fare rimarrà privato. Porterò per sempre nel cuore e sulla mia pelle il ricordo di queste persone. Ci tengo a ringraziare famiglia, amici e fan che mi sono stati vicini. Il 2018 è stato un anno pieno di emozioni per me e tutto questo non sarebbe stato possibile senza di voi, grazie davvero! Ci si vede ai concerti in giro per l'Italia, sono pronto per affrontare il 2019 con ancora più grinta e passione di prima”.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Ponte di Rubbianello: cinque anni di nulla dopo il crollo

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.