06242018Dom
Last updateDom, 24 Giu 2018 11am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

Iscriviti al nostro canale Youtube

Soldi e cantieri nelle mani dei sindaci: la ricostruzione prova a cambiare padrone

ceribilancioprotcivile

Sono state illustrate le procedure di gara e di progettazione, e le piattaforme telematiche di monitoraggio della ricostruzione pubblica e delle procedure di affidamento.

FERMO - I soldi per ricostruire, riparare, ripristinare edifici pubblici sono stati distribuiti. Adesso tocca ai Comuni, alle Province e agli altri enti locali mettersi in movimento per far aprire cantieri e rimettere in sesto città e territori. Lo ha chiesto il presidente e vicecommissario per la ricostruzione post sisma, Luca Ceriscioli, agli amministratori e ai tecnici riuniti al Palarossini di Ancona per un seminario sul modello organizzativo per la ricostruzione, assegnando loro un lasciapassare importante per accelerare i tempi: una delega a svolgere le procedure di gara come stazioni appaltanti per realizzare gli interventi necessari sugli edifici pubblici ma anche sui beni del patrimonio artistico e culturale. Sono state illustrate le procedure di gara e di progettazione, e le piattaforme telematiche di monitoraggio della ricostruzione pubblica e delle procedure di affidamento.

“L’obiettivo – ha detto il vicecommissario – è offrire un ruolo sempre maggiore agli enti locali nella fase della ricostruzione”. “Anche noi siamo più che interessati ad accelerare i tempi, a destinare i soldi che ci sono stati assegnati – hanno commentato alcuni amministratori – perché l’occasione è troppo importante e dobbiamo coglierla”. In molti casi, le procedure sono già state avviate; le amministrazioni sono in attesa del parere dell’Anac per poi dare il via a tutto.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.