10182017Mer
Last updateMar, 17 Ott 2017 8pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Il ritorno del 'presidente' Cesetti: "Legge Delrio da rivedere: ridiamo alle Province le elezioni e le risorse"

Cesetti grottammare

Il rinnovato protagonismo di Cesetti è anche un messaggio a chi si candida a rappresentare il Paese nel prossimo Parlamento: “Il nodo Province deve essere una priorità di chi entrerà in Parlamento”. Nle mentre la Regione Marche ha così deciso di destinare un contributo straordinario di oltre 14 milioni alle Province.

di Raffaele Vitali

FERMO – L’anima non si può fermare. Ecco che Fabrizio Cesetti torna, o melilo si conferma, il paladino delle Province. Lui che per anni ha battagliato a Roma e in ogni tavolo per la difesa dell’ente che guidava a Fermo, dopo una pausa istituzionale non appena nominato assessore regionale con la riforma Delrio che gli assegnava nuove deleghe, ora ha deciso di affrontare la questione di petto.

“È necessario prendere atto dell’esito del referendum costituzionale dello scorso 4 dicembre ed essere consapevoli che le Province sono articolazioni della Repubblica al pari dei Comuni, delle Regioni e dello stesso Stato sebbene con ruoli e funzioni diverse”. Parole attese da chi sul territorio lavora dentro un Ente bistrattato, dalla presidente Moria Canigola al collega ascolano Paolo D’Erasmo, fino al pesarese Tagliolini.

Siccome Cesetti è anche assessore al Bilancio, non poteva limitarsi alle parole e ha dato una importante risposta alle richieste di chi altrimenti non può chiudere i bilanci e di conseguenza pianificare l’attività. Che per una Provincia si chiamano buche nelle strade e tetti di scuole da riparare per evitare la pioggia che non piace agli studenti. La Regione Marche ha così deciso di destinare un contributo straordinario di oltre 14 milioni alle Province. La Giunta, su proposta e attraverso un emendamento presentato dall’assessore Fabrizio Cesetti alla pdl 158/2017 ‘Variazione generale del Bilancio di previsione 2017/2019’ (di iniziativa della stessa Giunta ed attualmente all’esame del Consiglio Regionale), stanzia sul momento 9.184. 845,00 euro, fondamentali per la gestione dei bilanci di previsione. A queste risorse si sommano due milioni in più per Macerata e altri tre milioni che verranno stanziati entro la fine dell’anno.

“Risorse consistenti che, ripartite secondo criteri di solidarietà ed equità, consentiranno alle Province marchigiane di esercitare meglio le loro funzioni e, quindi, garantire servizi essenziali per la comunità regionale” spiega Cesetti che con questo atto dà voce alla nuova linea della Regione guidata da Luca Ceriscioli: “È necessario un rinnovato protagonismo delle Province delle Marche, anche a seguito del terremoto. È evidente e – aggiunge Cesetti - sarà anche necessario un superamento o, quantomeno, un adeguamento della legge Delrio e della successiva legislazione a partire dal ripristino dell’elezione diretta degli organismi politici delle Province e soprattutto dal ripristino della piena autonomia finanziaria delle stesse”.

Il rinnovato protagonismo di Cesetti è anche un messaggio a chi si candida a rappresentare il Paese nel prossimo Parlamento: “Il nodo Province deve essere una priorità di chi entrerà in Parlamento”.

@raffaelevitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.