05252017Gio
Last updateMer, 24 Mag 2017 5pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Ceriscioli: "Le Marche sono la Regione più colpita dal terremoto". Gli sfollati sono già 25mila

ceriscilierranicarte

Il presidente della Regione: “I numeri veri li vedremo più avanti quando la gente lascerà le auto. Abbiamo allertato tutte le strutture ricettive delle Marche da Gabicce a San Benedetto".

FERMO – Il sole è alto, ma per Luca Ceriscioli non c’è mai stata la notte. Non si spegne il cellulare del presidente della Regione Marche che risponde e senza tentennare spiega quel che sta accadendo nella sua regione, “che è la più colpita dal terremoto”.

Si parte dagli sfollati. “Durante la notte gli assistiti diretti sono circa 15mila. Sono una piccolissima parte delle persone che hanno dormito fuori casa, tra chi ha scelto l’auto o gli amici. Cosa che è accaduta anche ad Ascoli, Macerata e Fermo. Le dimensioni sono enormi” prosegue Luca Ceriscioli.

“Lo sforzo che stiamo facendo nelle Marche non è paragonabile alle altre regioni. Tutta la provincia di Macerata, tutta quella di Fermo e in gran parte quella di Ascoli e di Ancona, con Fabriano, presentano danni importanti. Questo crea uno sforzo imponente per la Protezione Civile. Speriamo di poter continuare con questo impegno, ma ricordiamo che è dal 24 agosto che i nostri volontari lavorano senza sosta”.

La popolazione dei comuni colpiti si sta convincendo a lasciare quei territori, per forza: “E’ stato significativo che nelle zone di Arquata proprio ieri sono partiti i pullman. Ci sono voluti mesi, ma l’ultima scossa ha convinto tutti. Nelle altre zone è ancora presto per dire a tutti ‘andate via’. L’attaccamento alla terra sta però perdendo contro la paura di una nuova scossa”. Ad accoglierli c’è la costa, il mare. Con la disponibilità che viene data anche da altre regioni. “I numeri veri li vedremo più avanti quando la gente lascerà le auto. Abbiamo allertato tutte le strutture ricettive delle Marche da Gabicce a San Benedetto. Per ora sono sufficienti le nostre strutture, poi vedremo”.

In prima linea con il Presidente, anche perché maceratese, c’è l’assessore regionale Angelo Sciapichetti: "Vogliamo ridare speranza e fiducia, ma nel frattempo stiamo lavorando per accogliere gli sfollati nei centri di accoglienza e in tutti gli alberghi della costa che sono disponibili. Abbiamo dovuto fare uscire tutti dalle abitazioni a rischio per motivi di sicurezza”. Nelle Marche sono almeno 25mila le persone sfollate nelle province di Macerata, Fermo e Ascoli Piceno. Oltre 2 mila sarebbero già arrivati negli hotel del litorale, a Civitanova Marche, Porto Sant'Elpidio (LEGGI) e San Benedetto.

r.vit.

@raffaelevitali 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Loira ricorda il carabiniere Beni

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.