06272019Gio
Last updateMer, 26 Giu 2019 5pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Post voto, Ciccioli e l'ascesa di Fratelli d'Italia. Fiori vuole Celani con Fioravanti

Fioriciccio

È quello che annuncia anche Marcello Fiori, il grande sconfitto di questa tornata elettorale. Il coordinatore regionale prova a recuperare subito il rapporto con Fioravanti, in vista di traguardi più grandi, alzando bandiera bianca.

FERMO – E ora, obiettivo Regione Marche. Non ne ha altri il centrodestra. E soprattutto è l’obiettivo a cui punta senza esitare Guido Castelli. Che è riuscito nel suo intento, far eleggere Marco Fioravanti, neo sindaco 36enne di Ascoli Piceno, e ridurre la forza di Piero Celani, l’ex amico diventato avversario. “La vittoria ad Ascoli Piceno dell'asse Fratelli d'Italia, Lega e una parte di Forza Italia, insieme ad altre liste civiche, è senza se e senza ma: oltre il 59% del candidato di Fdi Marco Fioravanti contro poco più del 40% di una parte di Forza Italia appoggiata da qualche pezzo della sinistra” commenta Carlo Ciccioli, portavoce regionale di Fdi.

“Ad Ascoli Piceno va avanti su un progetto forte di centrodestra senza equivoci, coerente e trasparente, trans-generazionale, che coinvolge nuove generazioni e persone e quadri politici di grande esperienza. Ciò che andava fatto è stato fatto, fino in fondo. Nel centrodestra è il momento della riflessione: le elezioni, soprattutto comunali, ma in parte anche quelle regionali, si vincono con il personale politico locale che ci mette la faccia: candidati, dirigenti, militanti, insieme al progetto politico chiaro, forte, coerente e trasparente, senza equivoci. I personalismi sono perdenti sempre. Dove si è lavorato in armonia, tutti insieme, senza escludere alcuno, i risultati ci sono stati già al primo turno, come a Potenza Picena. Da domani si ricomincia, senza rancori o stupide rivalse”.

È quello che annuncia anche Marcello Fiori, il grande sconfitto di questa tornata elettorale. Il coordinatore regionale prova a recuperare subito il rapporto con Fioravanti, in vista di traguardi più grandi, alzando bandiera bianca: “La campagna elettorale è finita e i cittadini di Ascoli hanno scelto. Di Fioravanti ho apprezzato le affermazioni riguardo la sua volontà di essere il sindaco di tutti, potrà contare sulla leale collaborazione di Forza Italia riguardo le iniziative e i progetti che intenderà proporre sullo sviluppo e la crescita della comunità ascolana. Buon lavoro".  Insomma, nessuna opposizione, nonostante Celani fosse un candidato alternativo. Da vedere a questo punto cosa farà il consigliere regionale, se accettare il nuovo indirizzo di Forza Italia, da parte di un coordinatore che ha raccolto molto poco da quando guida gli azzurri in regione, o scegliere i banchi dell’opposizione per non lasciare.

r.vit.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.