08222019Gio
Last updateGio, 22 Ago 2019 4pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Ricostruzione ferma, Sblocca cantieri pericoloso, personale da rinnovare: i sindacati alzano la voce

montegallo pietre

Per raggiungere gli obiettivi, un tassello fondamentale è “la stabilizzazione e l'incremento del personale assunto presso gli enti locali e l'Ufficio Speciale per la Ricostruzione.

AMANDOLA – Uniti per mandare un messaggio a Regione e Governo: “A quasi tre anni dagli eventi sismici del 2016 che hanno cambiato il futuro del 42% del territorio regionale, ci troviamo a dover registrare il permanere di profonde difficoltà. Affrontare con forza, coraggio e decisione questi persistenti disagi costituisce un'esigenza imprescindibile per il futuro di tutta la regione Marche. La ricostruzione è quasi drammaticamente ferma, con la presentazione all'Ufficio Speciale di circa 5.000 domande, sulle oltre 38 mila attese; e di queste solo il 4% sono state approvate. Sbloccare la ricostruzione è allora l'urgenza prioritaria per pensare il futuro”.

Numeri che i sindacati mettono sul tavolo chiedendo “un confronto aperto e trasparente tra tutti i soggetti coinvolti (professionisti, organizzazioni di categoria, enti locali e Regione, Usr, Commissario) per identificare le procedure da snellire e gli strumenti per incentivare la presentazione delle pratiche e contenere al massimo gli accolli a carico dei proprietari”.

Per raggiungere gli obiettivi, un tassello fondamentale è “la stabilizzazione e l'incremento del personale assunto presso gli enti locali e l'Ufficio Speciale per la Ricostruzione. Costituiscono precondizioni imprescindibili dell'accelerazione. Si può e si deve semplificare - insistono i sindacati -, ma senza pregiudicare la tutela del lavoro e della legalità nei cantieri: per questo chiediamo che venga accantonata la corsa al massimo ribasso che caratterizza lo Sblocca-cantieri e che rischia solo di favorire illegalità e infiltrazioni criminali e sia data immediata applicazione a strumenti di tutela del lavoro imprescindibili come il DURC per congruità e il settimanale di cantiere”. Piùche abbassare le gare, meglio che il Governo attui altre politiche: “Agevolazioni fiscali: in particolare sulla cosiddetta busta paga pesante continuiamo a chiedere parità di trattamento con altri eventi sismici e quindi dilazione dell'avvio della restituzione e riduzione della quota da restituire. Sempre nell'immediato non sono più rimandabili alcuni interventi di qualificazione della vita nelle Sae: l'assistenza tecnica per i guasti e rendere pienamente operativa la garanzia che sarebbe anche da estendere per tutta la durata della ricostruzione”.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.