06202019Gio
Last updateGio, 20 Giu 2019 10am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Post sisma, scoppia la guerra dellle casette. Maxi richiesta danni contro la Regione

sciapichetti

La replica di Sciapichetti: Le richieste di Arcale sono temerarie e pretestuose. Intese solo ad evitare l'applicazione delle penali che la Regione ha applicato per i gravi ritardi e disservizi nella esecuzione della fornitura.

La notizia anticipata dal Corriere Adriatico nelle pagine regionali ha fatto rumore: il Consorzio Arcale, che ha fornito e installato circa 1.600 soluzioni abitative in emergenza (Sae) nelle zone terremotate del Centro Italia, ha intentato una causa civile da 65 milioni di euro nei confronti di Regione Marche, Erap Marche, Servizio di protezione civile e Presidenza del Consiglio dei ministri - Dipartimento di protezione civile.

Insomma, chi da lunghissimi mesi è sotto accusa, passa dall’altra parte e diventa accusatore. La richiesta di risarcimento danni riguarda alcuni ostacoli (ad esempio presunti ritardi nella consegna delle aree e fermi di cantiere senza proroghe) che avrebbero rallentato la predisposizione delle casette.

“Le richieste di Arcale sono temerarie e pretestuose. Intese solo ad evitare l'applicazione delle penali che la Regione ha applicato per i gravi ritardi e disservizi nella esecuzione della fornitura delle casette” è la pronta replica mediatica dell'assessore regionale alla Protezione Civile delle Marche Angelo Sciapichetti, che aggiunge: “Nonostante i mille solleciti da parte della Regione ad effettuare l'immediata consegna delle Sae, il Consorzio Arcale ha rallentato i tempi a causa della mancata assunzione di personale idoneo e nella misura necessaria, a causa della indisponibilità dei manufatti, ed ora pretende di sottrarsi alle proprie responsabilità agendo con atti giudiziari del tutto infondati”.

L'azione è stata promossa presso la sezione specializzata per le imprese del Tribunale di Roma, con prima udienza indicata per il 4 giugno. Alla richiesta si opporrà la Regione che, a sua volta, nei mesi scorsi, aveva preannunciato l'intenzione di chiedere al Consorzio il pagamento dei danni, anche d'immagine, derivati da ritardi, difetti realizzativi delle Sae e dai conseguenti disagi provocati ai terremotati.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.