03252019Lun
Last updateLun, 25 Mar 2019 4pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

Iscriviti al nostro canale Youtube

Gostoli, segretario Pd Marche: 'Tanti 5 Stelle delusi hanno votato alle primarie'. Totò e Donzelli vanno a Roma

gostoliceriscioli

Ventisette i delegati che le Marche manderanno a Roma per l’assemblea nazionale, con alcuni nomi pesanti, da Mangialardi alla Mancinelli, passando per l’ex onorevole Irene Manzi ed Ezio Donzelli a Fermo.

FERMO – “In tanti che hanno votato 5 Stelle un anno fa, sempre più delusi, sono tornati a casa e hanno partecipato alle primarie”. Analizzando i risultati a mente fretta, il segretario regionale del Partito Democratico, Giovanni Gostoli, non ha dubbi e alla Dire lo afferma con chiarezza.

Ventisette i delegati che le Marche manderanno a Roma per l’assemblea nazionale, con alcuni nomi pesanti, da Mangialardi alla Mancinelli, passando per l’ex onorevole Irene Manzi ed Ezio Donzelli a Fermo: 18 posti per chi ha sostenuto Zingaretti, cinque a Martina e quattro per Giachetti. La mozione Zingaretti ha eletto a Pesaro Urbino Giovanni Eusebi, Margherita Pedinelli, Federico Scaramucci e Emanuela Cuaruffoli, ad Ancona Antonio Mastrovincenzo, Loredana Pistelli, Maurizio Mangialardi, Elisabetta Grilli, Enrico Maria Giambuzzi, Eliana Flamini e Jacopo Francesco Fala', a Macerata Francesco Micucci, Claudia Treccioli e Maurizio Del Gobbo mentre nel collegio unico Ascoli Piceno-Fermo Ezio Donzelli, Isabella Bosano, Roberto Allevi e Anna Rita Totò. Per la mozione Martina invece scatta il posto in Assemblea per Renato Claudio Minardi e Alessia Morani a Pesaro Urbino, Valeria Mancinelli ad Ancona, Irene Manzi a Macerata e Daniela Bigossi ad Ascoli Piceno-Fermo mentre per Giachetti entrano Jessica Belpassi a Pesaro Urbino, Leonardo Virgili a Macerata, Claudio Bellini ad Ascoli Piceno-Fermo e, infine, Matteo Bitti nel capoluogo dorico. 

“L'affluenza nelle Marche ha superato i 38.000 votanti. Buon lavoro a Nicola Zingaretti nuovo segretario del Partito democratico e grazie a Maurizio Martina e Roberto Giachetti. Una straordinaria giornata di democrazia. Con le primarie – sottolinea Gostoli, che ufficialmente stava con Martina - è iniziata una grande costituente di popolo per l'alternativa. Adesso avanti tutti insieme e uniti per l'Italia. Il Pd è l'unica speranza attorno alla quale costruire un nuovo progetto per il paese". 

Questi i dati finali che hanno decretato i delegati al nazionale: il 66,12% dei voti a Zingaretti (25.520 voti), il 18,36% a Martina (7.087 voti) e il 15,52% a Giachetti (5.991). I votanti sono stati 38.813. Zingaretti vince ovunque e il risultato migliore lo ottiene nel collegio di Ancona (8.735 voti pari al 67,36%) poi Ascoli Piceno-Fermo (5.307 con 67,07%), Macerata (4.365 con 66,06%) e Pesaro Urbino (7.113 con 64,03%). Martina invece arriva secondo a Pesaro Urbino (2.571 voti con 23,14%) e Macerata (1.137 con 17,21%) e Ascoli Piceno-Fermo (1.316 con 16,63%) mentre Giachetti supera l'ormai ex segretario solo ad Ancona (2.170 voti con 16,73% contro 2.063 voti con 15,91%) e giunge terzo a Pesaro Urbino (1.425 con 12,83%), Macerata (1.106 con 16,74%) e Ascoli Piceno-Fermo (1.290 voti con 16,3%). “Numeri che sono la base della nostra azione: costruire un campo largo diverso dal governo Lega-M5s”.

@raffaelevitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Ponte di Rubbianello: cinque anni di nulla dopo il crollo

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.