02162019Sab
Last updateSab, 16 Feb 2019 11am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Cesetti contro i 5 Stelle: 'Fermo e Ascoli non sono figlie di un Dio minore: la legge elettorale non si cambia'

cesettiprimopiano

Nessuna provincia figlia di un Dio minore, quindi. “La proposta di legge del M5S ‘Norme per l’elezione del Consiglio e del Presidente della Giunta Regionale’ viola all’evidenza basilari disposizioni di principio.

FERMO – “Accorpamento delle province di Ascoli Piceno e Fermo in un'unica circoscrizione elettorale, equilibrio fra uomo e donna nelle candidature e nelle preferenze, innalzamento delle percentuali di sbarramento ottenute dalle liste. Ma soprattutto il ballottaggio tra i due candidati presidenti arrivati primo e secondo nel caso in cui il primo non ottenga almeno il 35% dei voti”. Questo ha chiesto il Movimento 5 Stelle delle Marche. E a questo risponde, colpo su colpo, l’assessore regionale Fabrizio Cesetti, partendo proprio da casa sua, il Fermano: “Appare uno ‘strafalcione’ la previsione contenuta nell’art. 2 della PdL, di ripartire il territorio regionale in quattro circoscrizioni elettorali ‘accorpando’ le Province di Ascoli Piceno e Fermo in dispregio dei più elementari principi posti a tutela della rappresentanza democratica dei territori che, tutti in egual misura, hanno diritto di eleggere i loro rappresentanti ed evitare l’’oltraggio’ di farseli eleggere da altri”.

Nessuna provincia figlia di un Dio minore, quindi. “La proposta di legge del M5S ‘Norme per l’elezione del Consiglio e del Presidente della Giunta Regionale’ viola all’evidenza basilari disposizioni di principio, in attuazione dell’art.122, primo comma, della Costituzione, in materia di sistema di elezione, nonché l’autonomia dei territori regionali”.

È duro l’assessore: “Ai fini della elezione del Consiglio e del Presidente della Giunta, resterà sulla base di circoscrizioni elettorali corrispondenti alle cinque Province. La PdL è anche errata quando prevede il ballottaggio e il voto disgiunto perché si viola il principio della contestualità dell’elezione del Presidente della Giunta Regionale e del Consiglio Regionale, nonché il principio che assicura una piena rappresentanza delle minoranze”.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Ponte di Rubbianello: cinque anni di nulla dopo il crollo

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.