08162018Gio
Last updateMer, 15 Ago 2018 5pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Area di crisi complessa per il distretto calzaturiero: il Governo ha 30 giorni per dire sì al piano della Regione Marche

tavolosviluppo

Tutto è partito dal Tavolo per lo Sviluppo della Provincia di Fermo, guidato da Moira Canigola, dove si siedono tutte le componenti socio politiche del Fermano. Poi, il supporto del senatore Francesco Verducci che ha fatto da tramite con l’allora viceministro Teresa Bellanova.

FERMO – E ora, pressing sul Governo che deve rispondere sì o no entro 30 giorni. La Giunta regionale ha completato l’iter approvando l’istanza al Ministero per lo Sviluppo economico per il riconoscimento dell’area di crisi industriale complessa del distretto calzature e pelli fermano – maceratese. “Nella proposta avanzata, oltre a un approfondito dossier sullo status quo, c’è una visione programmatica sui punti di forza e di debolezza del distretto oltre a un progetto di riconversione. L’obiettivo – ha spiegato l’assessora Manuela Bora - è quello di concentrare risorse regionali e statali in incentivi territorialmente localizzati, in grado di superare le difficoltà economiche di un’area che risente anche dei contraccolpi del terremoto”.

Tutto è partito dal Tavolo per lo Sviluppo della Provincia di Fermo, guidato da Moira Canigola, dove si siedono tutte le componenti socio politiche del Fermano. Poi, il supporto del senatore Francesco Verducci che ha fatto da tramite con l’allora viceministro Teresa Bellanova che ha aperto alle caratteristiche del distretto calzaturiero, fatto di tante piccole imprese. “L’iniziativa riguarda il riconoscimento dello status di area di crisi complessa, in attuazione del D.L. 83/2012. Un tipo di crisi contemplata dalla normativa è quella di uno specifico settore industriale con elevata specializzazione nel territorio, caratteristica senz’altro presente nel caso del distretto calzaturiero. Ulteriore condizione per il riconoscimento è che la crisi non risulti risolvibile con risorse e strumenti di competenza regionale. Questo significa – sottolinea l’assessore Fabrizio Cesetti – che una volta ottenuto il riconoscimento da parte del Ministero, sarà possibile convogliare nel territorio fermano – maceratese ingenti risorse focalizzate sullo sviluppo economico dell’area. Risorse che si andranno ad aggiungere a quelle ordinariamente utilizzabili, aumentando il loro impatto positivo”.

Il punto chiave però è un altro. E Cesetti, come la Bora, lo sa bene: “Il Mise deve aprire la legge 181/89 a nuove categorie di soggetti beneficiari come le reti e le aggregazioni di impresa e, attraverso una rimodulazione dell’impianto normativo, ipotizzare anche una riduzione della soglia di investimento al fine di rimuovere le criticità che ad oggi hanno impedito ai nostri territori il pieno ed efficace utilizzo delle risorse stesse”.

Il dossier allegato alla delibera di Giunta è il frutto del tavolo per lo Sviluppo provinciale, guidato da moira Canigola, e dal lavoro degli uffici regionali: “descrive i fattori della crisi, i punti di forza e di debolezza, le opportunità e le minacce del tessuto produttivo dell’area, oltre alla proposta di progetto di riconversione e riqualificazione industriale. “UN lavoro di concertazione finalizzato ad acquisire dati, suggerimenti e proposte da chi il territorio lo vive” prosegue Francesco Giacinti, presidente della Prima commissione consiliare permanente.

Insomma, ora sta al Governo, quale sarà, dare l’ok definitivo. Si è perso u po’ di tempo, l’ideale sarebbe stato chiudere la pratica con la Bellanova, ma durante la campagna elettorale sia la Lega sia i 5 Stelle, oggi a un passo dalla guida del Paese, hanno dato ampie garanzie di attenzione al fermano. “Questo – conclude l’assessore Angelo Sciapichetti, maceratese doc - è un passaggio molto importante per rilanciare territori fortemente danneggiati dal sisma e ridare prospettive economiche e occupazionali a popolazioni che tutt’ora subiscono i contraccolpi della crisi”.

Raffaele Vitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.