09212018Ven
Last updateGio, 20 Set 2018 9pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Sempre più cara la strada per Roma, rivolta popolare contro il rincaro dell'A24: scatta la petizione

a24

"E' un salasso insostenibile per i cittadini ed è di gran lunga superiore rispetto alla media nazionale dei rincari che è pari al 2,74%, ovvero un quinto di quanto invece subiranno gli automobilisti abruzzesi e marchigiani”.

FERMO – Roma non è solo mal collegata dalle Marche, ora è anche più cara da raggiungere visto l’aumento a doppia cifra dei tratti autostradali A24 e A25. Non resta che la mobilitazione popolare. Una petizione online, lanciata sul portale Change.org, per chiedere la revoca della concessione delle autostrade A24 e A25 al gestore Strada dei Parchi e “rinegoziare termini nuovi e più convenienti per i cittadini dopo l'aumento dei pedaggi”. L'istanza, promossa dal sindaco di Aielli (L'Aquila), Enzo Di Natale, è stata sottoscritta da oltre 33mila persone in circa 24 ore e le adesioni continuano a crescere minuto dopo minuto.

La petizione è rivolta al presidente del Consiglio dei Ministri, Paolo Gentiloni, e al presidente della Regione Abruzzo, Luciano D'Alfonso. “L'aumento dal 1 gennaio del 12,79% delle due autostrade A24 e A25 - si legge nella pagina creata sul portale di petizioni online - è un salasso insostenibile per i cittadini ed è di gran lunga superiore rispetto alla media nazionale dei rincari che è pari al 2,74%, ovvero un quinto di quanto invece subiranno gli automobilisti abruzzesi e marchigiani”.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.