01232018Mar
Last updateLun, 22 Gen 2018 8pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Dubbi sui dati? Pieroni, assessore regionale al Turismo, stronca le critiche: "I numeri li danno gli operatori"

morenopieroni

Pieroni annuncia: “Stiamo studiando nuovi e aggiornati metodi di rilevamento, probabilmente basati su campionature, che possano darci una migliore percezione delle dinamiche nel corso dell’anno, oltre che orientare le politiche regionali di promozione”.

FERMO - Dubbi sui dati del turismo? “Mi stupiscono le dichiarazioni di chi sembra dolersi del buon risultato complessivo che le Marche hanno registrato per la stagione estiva. É evidente che ci sono state difficoltà di vario genere. Con forte determinazione, infatti, e con un progetto ben organizzato e coerente, abbiamo fatto davvero squadra con gli operatori di settori e siamo riusciti nell’intento di riequilibrare una situazione che sembrava irrimediabilmente compromessa”. DATI TURISMO

Questo il parere dell’assessore regionale Moreno Pieroni, che poi entra nel merito della metodologia della raccolta dati: “Il rilevamento dei dati sui flussi turistici è stata, come ogni anno, un’azione lunga e complessa perché, a differenza delle altre regioni che si limitano a dare dati di tendenza, calcolati su di un campione predefinito, la Regione Marche li calcola su valori assoluti riferiti a oltre 5.600 strutture. È evidente, che la visuale e le valutazioni, di chiunque, saranno sempre parziali e fortemente condizionate dalla condizione vissuta, se non si dispone di un quadro generale e complessivo, ma i dati che abbiamo trasmesso sono quelli caricati dagli operatori, come avviene tutti gli anni”. Ma siccome si può sempre migliorare, Pieroni annuncia: “Stiamo studiando nuovi e aggiornati metodi di rilevamento, probabilmente basati su campionature, che possano darci una migliore percezione delle dinamiche nel corso dell’anno, oltre che orientare le politiche regionali di promozione”.

Politiche che consentiranno, agli imprenditori che vorranno crescere, di riqualificare le strutture alberghiere: “Una misura straordinaria che interviene con risorse finanziarie cospicue, in conto capitale, e consentirà a moltissime strutture alberghiere di adeguare la propria ricettività alle esigenze di una clientela che spesso, proprio nella modesta qualità dei servizi di accoglienza delle strutture, rileva una delle maggiori criticità del nostro sistema turistico regionale”. Il tuto sapendo che la Regione per il 2018 ha già predisposto un piano di promozione e di comunicazione molto articolato.

@raffaelevitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Fede, giovani e integrazione: i primi pensieri fermani di monsignor Pennacchio

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.