11192017Dom
Last updateDom, 19 Nov 2017 7pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

I soldi della Regione per ricostruire i comuni terremotati? Milioni a P.S.Elpidio e Massa Fermana, spiccioli ai Sibillini

monsampietro vigilifuoco

Ma non basta, perché c’è chi ottiene ben di più ed è Montegranaro: per il palazzo comunale, con il terremoto che ha aggravato una situazione già traballante, la Regione stanzia 2 milioni e 470mila euro.

di Raffaele Vitali

FERMO – Quali sono le opere prioritarie per la Regione Marche nel territorio fermano colpito dal terremoto? L’elenco è stato presentato dall’assessore Fabrizio Cesetti in una riunione a porte chiuse con i sindaci. Un piano per 18milioni di euro che copre 23 interventi. Bene ma non benissimo, perché leggendo i numeri restano delle perplessità che il sindaco di Montefortino ha avuto modo di sottolineare durante la riunione con tanto di voto contrario al termine della discussione. “Questi non sono interventi per il terremoto, ma per opere pubbliche. L’errore è alla base - dice - , quando si è parlato di opera simbolica per ogni comune che doveva essere nel cratere e che invece la Regione ha ampliato”.

Dall’elenco sono escluse le città in cui è prevista la costruzione di una nuova scuola, vedi Falerone e Monte Urano, ma ci rientrano le cosiddette opere prioritarie, “una simbolica per ogni città lesionata”. Leggendo l’elenco si parte dai 580mila euro per il palazzo comunale di Montefortino ai 660mila per il municipio di Monsampietro Morico. Poi ci sono i 760mila euro a Montefalcone per la chiesa di San Giovanni Battista e 1 milione e 240mila euro per la chiesa di Sant’Agostino di Amandola, oltre a 90mila per il museo archeologico di Monte Rinaldo. A Santa Vittoria vanno 150mila euro per il Comune, a Monteleone 380mila per palazzo Marcucci. Piace il latino a Regione ed Errani: un miione di euro per casa Carboni a Ortezzano. 

Fa il pieno Torre San Patrizio che diversamente dagli altri comuni ottiene due finanziamenti: 1 milione e 300mila euro per la scuola dell’infanzia e 300mila euro per la chiesa di San Francesco. Saltando i 190mila euro per la torretta medievale di Monte Giberto, i 650mila euro per l'asilo di Servigliano e i 700mila per il palazzo comunale di Rapagnano, sono tre le voci che hanno lasciato interdetti molti sindaci.

La prima è quella che riguarda il comune di Porto Sant’Elpidio, che fino a oggi era salito gli onori della cronaca perché ospitava i terremotati e non certo perché terremotato. E invece, ecco che il comune costiero ottiene 1 milione e 320mila euro per rimettere in sicurezza la sede civica. Ma non basta, perché c’è chi ottiene ben di più ed è Montegranaro: per il palazzo comunale, con il terremoto che ha aggravato una situazione già traballante, la Regione stanzia 2 milioni e 470mila euro. Cinque volte di più di quanto incassa Montefortino oltre il doppio di Amandola.

Ma l’apoteosi la raggiunge Massa Fermana che da sola prende un sesto dei finanziamenti. La  Regione ha infatti deciso nel suo piano opere pubbliche prioritarie di stanziare 3milioni e 250mila euro per il convento francescano. “Siamo al paradosso si ricostruisce partendo dal mare per arrivare ai Sibillini, i veri danneggiati” commentano amareggiati i sindaci della montagna.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.