04302017Dom
Last updateSab, 29 Apr 2017 9pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Maxi acquisizione della Finproject. Vecchiola: "Sul sito produttivo di Parma della Solvay sventola il tricolore"

vecchiola finproject

Per i fermani Vecchiola è il patron della Fermana, oggi main sponsor; ma per il mondo dell’economia è l’uomo capace di stare al tavolo con le multinazionali e di guidare transazioni da milioni di euro.

di Raffaele Vitali

FERMO – Ci sono grandi gruppi che finiscono nelle mani degli stranieri, soprattutto di imprenditori francesi, ma ci sono anche quelli che tornano sotto la bandierea tricolore. Merito di capitani d’industria e di manager capaci, come Maurizio Vecchiola. Il Ceo della Finproject ha guidato l’acquisizione dell’attività della Solvay a Roccabianca, specializzata nella produzione dei compound poliolefinici reticolabili. La Finproject è una azienda leader nel settore della lavorazione del Pvc e granuli superleggeri per la produzione di suole, con testa a Morrovalle, ma corpo e anima tra Piceno e Fermano. Il perfetto esempio di impresa che sa coniugare il meglio di ogni angolo delle Marche. E dalle Marche poi muoversi per conquistare il mondo. Per i fermani Vecchiola è il patron della Fermana, oggi main sponsor; ma per il mondo dell’economia è l’uomo capace di stare al tavolo con le multinazionali e di guidare transazioni da milioni di euro.

"Solvay nel corso degli ultimi 16 anni ha reso questo business leader del panorama internazionale dei compounds termoplastici e dei compounds a base poliolefinica con reticolazione ai silani. Oggi – spiega Maurizio Vecchiola - integriamo alla nostra forza industriale un punto di riferimento nel mercato dei compound HFFR e XLPE arricchito da un eccezionale capitale umano. Siamo convinti che il team di Roccabianca che si unirà al nostro Gruppo supporterà i nostri piani strategici di crescita con esperienza, forza e passione”.

I compound poliolefinici reticolabili prodotti dalla Solvay vengono impiegati in applicazioni industriali nel settore dei fili e cavi elettrici e in quello dei tubi. Una azienda leader, 82milioni di fatturato, in Europa nel suo settore e in crescita in Medio Oriente, Nord Africa, Asia e Mercosur. Il Gruppo Industriale Finproject SpA è stato fondato 52 anni fa da Euro Vecchiola, oggi presidente. Da azienda di famiglia, la Finproject si è aperta agli investitori stranieri con l’ingresso in società, 40%, di Vei Capital, primario operatore di private equity.

Da quando il fondo è entrato in società, l’azienda ha comunicato un importante cammino di crescita che gli ha permesso importanti acquisizioni, oltre che l’ampiamento con produzione in Cina, India, Messico, Romania e Canada. “Sono molto fiero di annunciare che la bandiera italiana torna a sventolare sull’ex sito Padanaplast di Roccabianca” ribadisce Vecchiola. E detto da lui che con i materiali flessibili, resistenti e leggeri culminati con l’innovativo e ultraleggero XL EXTRALIGHT®, che troneggia sulle maglie della prima squadra di basket del territorio, la Poderosa Montegranaro, ha come casa il mondo, è una bella carica per un Paese che deve tornare a credere in se stesso.

Mille dipendenti sparsi per il mondo, oltre centoventi milioni di fatturato che ora punta al raddoppio. Ma soprattutto una nuova iniezione di fiducia e risorse per il territorio marchigiano. 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Fermana, invasione di gioia in sala stampa

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.