07262017Mer
Last updateMer, 26 Lug 2017 2pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Ponte crollato, riaperta l'A14 in direzione Pescara. Due le ipotesi su cui indaga la Procura

pontealtocrollato

Questo dopo una notte di lavori e dopo che il pubblico ministero di Ancona Irene Bilotta, che si occupa dell'inchiesta e indaga per omicidio colposo plurimo, ha autorizzato la demolizione del troncone caduto.

ANCONA – A poche ore dalla tragedia che è costata la vita a una coppia di Pagliare del Tronto, è stata riaperta sotto il controllo della Polizia autostradale, la carreggiata sud dell'A14 in direzione Pescara, chiusa da ieri fra Ancona sud e Loreto dopo il crollo di un ponte provvisorio avvenuto durante i lavori di completamento della terza corsia.

Questo dopo una notte di lavori e dopo che il pubblico ministero di Ancona Irene Bilotta, che si occupa dell'inchiesta e indaga per omicidio colposo plurimo, ha autorizzato la demolizione del troncone caduto. L’area resta sotto sequestro, ma la necessità di riaprire l’arteria era fondamentale. La vicepresidente della Regione Marche, Anna Casini ha chiesto che la società Autostrade per l'Italia, proprietaria del ponte e responsabile per la manutenzione, di verificare "immediatamente" le condizioni strutturali degli altri cavalcavia presenti lungo il tratto marchigiano dell'A14.

Il pm, dopo l'ok alla riapertura, affiderà poi il compito di fare tutti gli accertamenti tecnici a un ingegnere docente universitario. Secondo quanto fin qui ricostruito dagli inquirenti, che cercano di capire se vi sia stata una manovra errata o in quali altre circostanze sia avvenuto il crollo, sembra che ai lati del cavalcavia vi fossero gli operai di due ditte che stavano lavorando. Tra le ipotesi al vaglio della Procura c’è che quando il ponte è stato sollevato abbia perso stabilità e si sia inclinato per poi schiantarsi sulla strada o che abbiano ceduto gli elementi con cui veniva rialzata la struttura.

Le vittime sono due coniugi di Spinetoli, Antonella e Emidio Diomede; i feriti, non gravi, tre operai romeni della ditta Delabech, che stavano lavorando sul cavalcavia crollato. "Abbiamo avviato subito indagini del Ministero su quanto accaduto. E nell'esprimere, a nome del Governo, cordoglio per le vittime, collaboriamo con la magistratura per un rapido accertamento delle responsabilità e della verità" ribadisce il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, annunciando di aver firmato il decreto di nomina della commissione ispettiva di esperti del dicastero per verificare e analizzare quanto accaduto.

r.vit.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Il ritorno in vita della caretta caretta

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.